darshanaji

Home/Tag: darshanaji

RITIRO DI RISVEGLIO  ” IL TEMPO E’ ORA” con Darshanaji

“Libera i tuoi superpoteri per il bene tuo e della collettività del Nuovo Mondo”

Siete attratti dal mistero della coscienza risvegliata nell’autentica verità del Sé? Desiderate far sbocciare ed evolvere la vostra consapevolezza in ogni aspetto della vita?

Unitevi a Darshanaji in un gruppo di sinceri ricercatori per un ritirarsi in armonia con la natura in quattro giornate di risveglio e comunione profonda.

In presenza-residenziale, in una splendida struttura sulle magiche colline senesi, in Toscana, a pochi km da S. Gimignano e Siena https://www.hotellaselvaoasiolistica.com/home-1

dalle ore 21 del giovedì 17 giugno 2021 

alle ore 15 della domenica 20 giugno

Attraverso momenti di meditazione creativa, Darshan della Luce, sat sang individuali e collettivi, attivazioni psicocorporee, musiche e  canti diffusi da Darshanaji, alchemici strumenti di arte-terapia suvramentale, ogni partecipante verrà accompagnato nel suo personale percorso.

Il ritiro é un strumento energetico universale e potente, in presenza del campo di coscienza di Darshanaji e delle Maestrie di Luce che guidano il suo operato, una vera attivazione di Luce vivente per una Realizzazione collettiva di Amore e Risveglio, incredibile opportunità di innalzare il vostro livello vibrazionale ad una realtà più vasta, extra-ordinaria,di Vera Intimità’ con il vostro Sé più elevato in unione con il flusso della Nuova Umanità, NuovoParadigma del Terzo Millennio.

Darshanji é fondatrice di Omnia-Accademia del Risveglio e EOS Consciousness Awakenig Movement, un profondo movimento di risveglio e maestria del sé – incarnazione e trasmissione vivente di tutto ciò a cui Lei si riferisce come Opera, che vive e trasmette. Durante il ritiro svilupperete l’ascolto e la sensibilità suvramentale con le 7 parti che costituiscono la sequenza della Forma OMNIA .

I ritiri con Darshanaji sono un viaggio entro le meraviglie dell’Essere e oltre, risveglio radicale, profondo e di auto- trasformazione della falsa identità, per esprimere la totalità della propria essenza e ritrovare la “ strada”, divenire autentica e vibrante espressione di Tutto Ciò che E’ e che si è, in abbondanza e manifestazione.

Con grande amore,passione, semplicità e un po’ di umorismo, Darshanaji, indica una visione per conoscere, guarire e ricreare la propria vita in Uno con il cuore e la sua fioritura,per “Essere”, liberi dai condizionamenti, restrizioni e credenze, di un senso del sé basato sulla separazione.

La giornata di un ritiro è generalmente scandita da tre o quattro sessioni di lavoro, anche dopo cena, varie pause e tempo per godersi i suggestivi dintorni. Ogni ritiro con Darshanaji si articola in modo diverso e unico, nella presenza e trasmissione del campo di coscienza.

     

Il ritiro è aperto a tutti, ma proprio a tutti, sinceri ricercatori. Per volontà di Darshanaji è gratuito, nell’ambito del Progetto Solidarietà EOS, ad offerta consapevole con tessera associativa per permettere a quante più persone possibili di esserci ( i partecipanti pagano solo  il soggiorno, a parte, direttamente alla struttura: dal 17 al 20 giugno a pensione completa costo indicativo euro 250- varia in base alla sistemazione scelta: doppia,tripla o singola)

Iscrizioni a numero chiuso, entro il 5 marzo 2021- Per maggiori dettagli chiedi info dal form sottostante Info Tel. 3332209959 – 3494160599

 OPPORTUNITA’

 Formazione al Primo Livello Operatore di Luce Metodo EOS  “Apprendi-Dona-Diffondi-Servi-Risvegliati”  maggiori Info QUI

Per ogni altro dettaglio scrivi dal form sottostante

Di |2020-12-22T16:47:32+00:00Giugno 17th, 2021||Commenti disabilitati su RITIRO DI RISVEGLIO  ” IL TEMPO E’ ORA” con Darshanaji

Attivazione Ottavo Chakra Chryst Al Crown – Corona Cristallina

“Ciò che l’incessante energia trasformatrice sta operando su tutti è la trasformazione del nostro corpo di carbonio al silicio, nel Corpo di Luce Cristica 888. L’iniziazione al Primo Codice del  LOGOS CHRISTOS COSMICO LUCE NELLA LUCE EOS, matrici energetiche di quinta e sesta dimensione, sarà una chiave personale rivelatrice di auto guarigione e nuova consapevolezza che accompagnerà questo processo verso la quarta e quinta dimensione evolutiva della coscienza individuale e collettiva.”

“Per tutti coloro che vogliono essere i pionieri di una rinascita globale, scopritori di un nuovo mondo e un nuovo modo di essere” (Darshanaji)

NUOVO EVENTO
Attivazione Corona Cristallina Ottavo Chakra del Corpo di Luce e Ghiandola Pineale – Coscienza Suvramentale Galattica
 CHRIST- AL CROWN EOS
CAMPO DI RADIANZA INFINITO
Stargate 888 con Darshanaji
sabato 13 marzo 2021
ore 14 -19  on line – iscrizioni a numero chiuso

L’ EVENTO

NUOVI SEMINARI DI FORMAZIONE

L’Accademia del Risveglio OMNIA nell’ambito del progetto Solidarietà EOS, in questo tempo di transizione accoglie le numerose richieste giunte a Darshanaji dopo la grande partecipazione alle attivazioni dell’Acqua di Luce Eos e Darshan della Luce

IL TEMPO E’ ORA

Come da tempo annunciato Darshanaji  finalmente aprirà a tutti i ricercatori di conoscenza, il Portale di attivazione del Primo Codice del  LOGOS CHRISTOS COSMICO LUCE NELLA LUCE EOS
Attivazione per il Risveglio della Coscienza Suvramentale dell’ Essere Quantico di Pura Armonia, per fornire ad ognuno un potente strumento pratico di trasmutazione energetica, un aiuto per affrontare, accogliere e integrare le nuove energie del cambiamento planetario e il più alto scopo della propria incarnazione.

“ REALIZZARE LA FRATELLANZA come cornucopia di abbondanza e manifestazione e aprirsi alla volontà di amare ogni cosa come perfetta: ciò è un atto rivoluzionario che non nasce spontaneo ma è il frutto di un dono che si manifesta con il risveglio della coscienza. La Volontà e l’Amore sono l’impulso dello Spirito che feconda la Materia per manifestare il Piano Divino in ciascuno. L’Umanità in cammino, incarnata su questo Pianeta, ha il compito di realizzare l’azione della Volontà di amare, di cooperare per il cambiamento, di generare solidarietà sostenibile nell’ecosistema vivente e di evolvere nell’Unità d’Intenti” ( Darshanaji- Maestra Advaitin-Stella del Melkisedek e del Sacro Cuore Unificato)

“Oggi, ad un bivio cruciale nella storia dell’umanità, abbiamo bisogno di nuovi concetti, nuovi valori, ed una nuova visione per guidare i nostri passi verso un futuro umano e sostenibile. La consapevolezza deve innalzarsi e trasformarsi da locale ed ego-centrica a globale e di dimensione planetaria. La nuova coscienza richiede una visione olistica di noi stessi, delle nostre società, della natura e del cosmo.” (Ervin Laszlo, filosofo della scienza e candidato al Premio Nobel per la Pace)

PROGRAMMA DELL’EVENTO
CHRIST- AL CROWN EOS
CAMPO DI RADIANZA INFINITO
 Stargate 888
 sabato 13 marzo 2021
ore 14,30 -18,30  on line con Darshanaji

– Insegnamenti divulgativi di scienza spirituale sul nuovo paradigma olografico

– Grande Meditazione dello Stargate 888-Coscienza Illuminata del Sempre Veniente

– Iniziazione a distanza come “Individui Creatori della Comunità Vivente Creatrice” al Primo Codice del  LOGOS CHRISTOS COSMICO LUCE NELLA LUCE EOS, irradiata da Darshanaji ed istruzioni per la pratica individuale con il Primo Codice.

Prenotati entro il 10 marzo 2021 attraverso il form sotto, con oggetto “Attivazione CHRyST – AL CROWN” indicando nome e cognome, numero di telefono,  e una breve descrizione del perché vuoi partecipare a questo evento.

Riceverai tutte le indicazioni per partecipare e dopo l’evento una dispensa per la pratica .                   

Ciò che a te sembra impossibile per il tuo Divino Sé sta già accadendo” (Darshanaji)

“L’Ottavo Chakra elaborato secondo la mia esperienza nelle frequentazioni in astrale, durante le visioni che mi venivano donate è l’Attuazione dell’Unione Alchemica con il Potere Divino  Omnipervadente come Padre-Madre. È l’integrazione della polarità, la libertà assoluta oltre il duale, la gioia dello Spirito, la Vera Beatitudine. La contemplazione della Coscienza come Esistenza in sé. Tutto l’essere e le sue percezioni sono espanse  nell’ottavo chakra con  gli emisferi sincronici. In sanscrito la Beatitudine è l’Ananda, Sat è l’esistenza in sè, e il Chit è la coscienza: con l’ottavo chakra attivato noi viviamo pienamente questi tre aspetti congiunti, è la contemplazione estatica, la beatitudine della coscienza che esiste in sé, realizzando la nostra incarnazione terrestre e il corpo di luce.

L’ottavo chakra è oltre il capo, è una corona dorata, sospesa nella coppa aurica generata dal fiore di loto nel settimo chakra espanso che  si apre in  una sorta di coppa che noi chiamiamo la “coppa d’oro”, la coppa aurica,  un vero e proprio Graal. In realtà abbiamo tre Graal: il primo Graal è il cuore, Shiva e Shakti ( energia maschile e femminile), lo “sposo e la sposa”, si incontrano nella prima alcova che è quella del cuore, la fioritura; la seconda alcova è la Ghiandola Pineale: Shiva/Shakti, le due polarità maschile e femminile in unione,  nella pineale risvegliata, generano un  senso di totalità. Viene “generato” il figlio cioè la possibilità dello Spirito di incarnarsi, di scendere. La totale fusione tra le parti della nostra dualità, espressa nelle personalità e nella ruota del karma, la totale appartenenza contemplativa all’esistenza in sé, avviene nell’ottavo chakra, nella coppa aurica, che è la terza alcova, è il terzo  Graal. Il corpo è oltre il corpo stesso, è la sensazione di espansione che è generata dall’ottavo chakra cioè la Coscienza Sovramentale…”

( Darshanaji dal libro “Guarigione Olografica” di prossima pubblicazione)

“Guarisci te stesso per Guarire il Pianeta  e con esso divenire Uno con l’Universo Olografico “ (Darshanaji)

EOS: Luce-Suono-Frequenza-Informazione, un flusso costante di energia dallo Spirito Universale come Fonte Cellula Madre Cosmica,Sorgente Infinita al tuo cuore.

La Guarigione Olografica Bio-Cosmica è  una forma superiore di guarigione spirituale per la Nuova Era che si avvicina al nuovo paradigma olografico-quantico e ai dettami della moderna epigenetica, per ristabilire l’armonia nel corpo fisico, nei corpi sottili, nella linea crono-genealogica karmica e in tutte le circostanze della vita, risvegliando ad una profonda consapevolezza interiore. L’ umanità è  portatrice della conoscenza della Creazione, questo è quello che in parte è contenuto nei codici dei filamenti di DNA, che ora vengono attivati dalle onde di plasma cosmico e dalle alte energie vibrazionali di EOS.

……………………………………………

Darshanaji è l’appellativo Advaitin del nome spirituale di Darshana P. Tedesco, Ideatrice e canale di Luce di EOS CONSCIOUSNESS AWAKENING MOVEMENT ( Movimento per il Risveglio della Coscienza) con OMNIA-Accademia del Risveglio – Art Spiritual Awakening Life-coach, scrittrice, regista, poeta, ricercatrice degli stati di coscienza,terapeuta energetica,annovera un’approfondita ed eclettica formazione iniziatica ed intellettuale con grandi Maestri e artisti internazionali, che le hanno donato la capacità di affrontare il mondo della psiche e dell’anima con uno sguardo di alchimia e scienza spirituale, sviluppando un personale metodo di lavoro interdisciplinare e psicosomatico energetico. Yogini occidentale, Maestra Advaitin, Realizzata nella Coscienza dell’Uno,canalizza e trasmette nel mondo la tecnologia olo- quantico di EOS- Energia Olografica Sistemica®. I suoi insegnamenti sono donati per il cammino dell’uomo nel processo di trasformazione e di Risveglio della Coscienza che lo accompagnerà nella Nuova Era, l’Età dell’Oro profetizzata dai Maya, dagli Hopi e da numerose altre culture dell’antichità.Tiene corsi e ritiri di creatività e percezione sottile del mondo, seminari di formazione per divenire Operatori abilitati al  Metodo Eos e incontri-sat sang on line aperti e gratuiti. Ha dedicato tutta la sua vita, tra arte e olismo, alla ricerca di una profonda alchimia del cuore che potesse generare benessere e armonia nella vita delle persone che ha incontrato, sviluppando in loro la visione di un potenziale senza età.

Altri approfondimenti sulle teorie di Darshanaji:

Video – “ll Risveglio all’Umano-Divino” 

Libro: “ EOS Energia Olografica Sistemica: Il Codice di Luce della Nuova Genesi-Una via di trasformazione e risveglio”  Ed. L’Età dell’Acquario

Articoli:

Massa Critica: Salto Quantico e Coscienza Planetaria 

Siti  https://www.eos-energia-olografica-sistemica.com/

Canali social:

Profilo https://www.facebook.com/darshanapatrizia.tedesco

Gruppi https://www.facebook.com/groups/733274816789426/

EOS CONSCIOUSNESS AWAKENING MOVEMENT https://www.facebook.com/groups/1560999297514506/

Di |2021-02-25T16:51:13+00:00Marzo 13th, 2021||Commenti disabilitati su Attivazione Ottavo Chakra Chryst Al Crown – Corona Cristallina

Quanto vale la vita umana su questo pianeta? by Darshanaji

Per alcuni la vita umana non ha prezzo, per altri vale poco o nulla. Il valore e il “ prezzo” di un uomo, di una donna, di un bambino, vengono stabiliti da leggi del mercato cui nessuno pensa. Si tratta nella maggioranza dei casi di applicare un prezzo: un’assicurazione, un riscatto, lo sfruttamento di corpi e risorse, la captazione di coscienze e di anime.

E’ prassi politica ed economica di quantificare il valore della vita degli esseri umani sulla base della capacità di produrre reddito.

Si può definire “umano” un mondo che “normalizza” le disparità tra esseri umani, tra popoli, tra nazioni? Che “regno” è questo dove molte vite valgono più delle altre. Chi è il reggente di questa aberrazione? Quale mente umana ha generato questo mostro?

Che fortuna che siamo italiani, sento dire a volte. Un popolo di eroi, artisti, filosofi, economisti, letterati… Ma oggi, sì, proprio oggi, stamattina, quanto vale la vita di un italiano?

Per la legge del mercato vale in media circa 342 mila euro all’anno. Lo dice l’Istat, istituto nazionale di statistica. Gli economisti lo chiamano “stock di capitale umano” .

E’ stimato che questo “stock” è proporzionale al Pil del Paese, e non è uniforme nella popolazione ma segue curve statistiche e logaritmi. Infatti la vita di un anziano ha meno “ valore economico” di un giovane che ha davanti a sé più anni per lavorare e produrre economia.

Per l’economista William Viscusi dell’Università Vanderblit (Usa), in Italia la vita pesa 4,71 milioni di euro, molto meno rispetto alle Bermuda dove è calcolata in 15,5 milioni, ma sempre meglio che in Burundi, dove un uomo vale 45mila dollari.” (Fonte Adnkronos)

E tu utente della rete, quanto vali per la legge del mercato di “ pensieri e azioni”?

Ogni servizio connesso alla rete ha ‘valore’ se ha una buona base di utenza. Le grandi aziende 2.0 devono la propria valutazione di mercato grazie al grande numero degli utenti iscritti che utilizzano il servizio e dal ricavo medio che è possibile incassare da ogni utente. Qualsiasi servizio sulla rete ‘non esiste’ se gli utenti non lo conoscono e se la numerosità dei suoi “clienti” non è elevata. Come a dire che per il mercato non ha valore quello che pensi e che scrivi ( o almeno non solo), ma la quantità di utenti che scrivono e i loro ‘interessi’, non come valore della coscienza, ma come valore di mercato.


Oggi la parola d’ordine è profilazione: normalmente se possibile, insieme all’indirizzo di posta elettronica si raccolgono almeno 5 altri dati (sesso, età, provincia di residenza, titolo di studio e professione) per poi abbinarli e incrociarli con la rete di amicizie dell’utente, con i posti che frequenta e con i contenuti che gradisce. E
voilà!

E statisticamente quanto vale la vita di una donna italiana? Vale meno di quella di un uomo. Sempre per l’Istat, il valore pro-capite maschile in età giovanile è pari a 453mila euro, mentre quello femminile quasi la metà: 231mila euro. E allora quanto vale la vita di una donna italiana di 60 anni in termini di valore economico- assicurativo? Meno di 50 mila euro. Se proprio vogliamo abbondare.

Una VITA, una vita intera! Intera come interezza, coerenza, onestà, dedizione, quanto vale per la legge morale?

Dovremmo chiedere lumi all’eccelso filosofo Kant per una “formula della morale”. O scomodare studiosi, teoretici e teologi per una “formula della fratellanza” e dell’equità del valore di una vita umana, di TUTTE le vite, di ogni specie.

Ma la genesi e l’evoluzione umana non è solo sviluppo culturale, economico, insieme purtroppo all’oscena lotta emancipativa che ha caratterizzato questa specie. E’ saper riscrivere la propria Storia, accettando le diversità, piuttosto che le disparità, ripagando il colonialismo che ha depredato ( e lo fa ancora seppure con modalità differenti) con la multiculturalità partecipe e condivisa.

Il peso e la misura delle cose del mondo, compresi i nostri corpi, non avrebbero nessun valore se non ci fosse una Coscienza che non è astrazione religiosa, filosofica, profitto economico o politico, ma è il Respiro dell’Universo come ricchezza totale, fonte equipollente, inesauribile, incommensurabile. Per Tutti. Partendo da questo Valore comune può iniziare il nuovo progetto dell’Umanità. Ma questa è un’altra Storia…”

Darshanaji – 23 febbraio 2021

Di |2021-02-23T12:08:40+00:00Febbraio 23rd, 2021|Blog, Sguardo Cosmico|0 Commenti

Parole-Comportamento e Vibrazione

Le parole che dovrebbero accogliere la nuova umanità,

in questo tempo planetario, sono parole di paura o sono parole di speranza? Sono parole di odio di contrapposizione o sono parole di condivisione, di fratellanza, di unione, di solidarietà? La rete, i media ci riservano neologismi, cioè nuove parole e anche vecchie parole riciclate, per definire che cosa stiamo vivendo. Ma le parole dell’anima quali sono? Non possono solo essere quelle legate alle emozioni più basse, alle emozioni più invalidanti che possono far scaturire ansia, intolleranza o anche paura odio risentimento.

Spessissimo leggendo i post che vengono postati nei social, anche da persone che fanno un cammino di crescita spirituale, si soffermano a sottolineare o a considerare con parole dure, a volte anche di risentimento, di odio, di dubbio, gli eventi politici, ambientali, economici o anche argomenti che riguardano questa pandemia che ci ha toccati.

Allora qual è il significato delle parole e qual è la loro vibrazione?

Le parole sono pesanti, perché esprimono il pensiero profondo ed esprimono anche a volte le azioni che non si riescono a commettere. Ad esempio, firmando un messaggio scriviamo “ti abbraccio”, bene quella parola non è solo simbolica, sta ad indicare un desiderio vero di stringere la persona, di abbracciarla amorevolmente o amichevolmente.

Anche semplicemente le parole di un “ciao” o “salve”, contengono un significato, un sottotesto che non viene detto ma che viene agito. I “cordiali saluti” ha un sottotesto di distacco, della giusta distanza, mentre un “ti abbraccio” sta indicare un desiderio di amicizia, di condivisione.

Allora le parole che dovremmo usare se facciamo un percorso di consapevolezza e desideriamo un mondo diverso e una umanità diversa a cominciare da noi stessi devono essere parole-comportamento. La parola o anche il pensiero hanno una vibrazione simile , dovrebbero già contenere un comportamento, la solidarietà, l’ascolto, la fratellanza, la condivisione, la comunanza, l’amore, la cortesia, la gentilezza, il perdono. Quei sentimenti che noi sappiamo essere i sentimenti e le emozioni di una persona “consapevole”. Non chiamiamola neppure risvegliata perché spessissimo, in tantissime persone che pensano di aver raggiunto una soglia di consapevolezza, che potrebbe essere definita uno “stato di risveglio” vedo che usano parole non consone a quello stato mentale.

Le parole contengono anche la nostra mente non solo lo stato d’animo. Molto spesso la mente fa dire delle cose che il cuore non sente, che non vive! Le parole che giungono dal cuore sono quelle che toccano il cuore. le parole che giungono dalla “pancia” molto spesso sono parole che feriscono. Le parole che vengono dalla mente contengono sempre un principio di separazione. Importante è comprendere che le parole come i pensieri hanno una vibrazione.

La vibrazione è uno stato elettromagnetico che conserva una memoria che entra in risonanza con un altro stato elettromagnetico.

Potremmo dire che la vibrazione è ciò che fa percepire ad una particella ciò che accade ad un’altra particella, quindi è un principio quantistico. Nei miei insegnamenti io dico di più: è un principio olografico. Una parola emessa entra nel campo elettromagnetico, nel campo morfogenetico individuale e collettivo e diviene schermo olografico cioè diviene l’insieme delle tante parti che formano un ampio organismo. Questo ampio organismo poi diviene una grande mente che genera continuamente sé stessa. E allora le parole dell’odio sono sempre simili così come le parole dell’amore sono sempre simili. I suoni di una voce che proferisce parole d’odio sono simili, in tutto il Pianeta, o che questi suoni vengano emessi in Oriente o che vengano emessi in Occidente, o che vengano emessi al Polo Nord o al Polo Sud.

I suoni delle parole d’amore, i suoni della voce della madre, sono simili in tutto il Pianeta e pensate, a volte sono simili anche in specie diverse! La voce umana nella sua vibrazione d’amore vezzeggiativa, gradevole, morbida, avvolgente, riesce a penetrare il cuore anche di una belva, di un felino, di un animale completamente diverso dall’uomo! E ben lo sappiamo con i nostri animali domestici con i quali usiamo tutte le parole d’amore, tutti i vezzeggiativi, quando invece vogliamo impartire un ordine proferiamo parole diverse, con un’altra determinata tonalità.

Le parole della verità del cuore sono soprattutto parole-comportamento.

Non puoi dire “ti amo” pensando “ti odio” perché quel pensiero ha una vibrazione che entra in conflitto! Non puoi dire “ti voglio bene” e pensare “sei antipatico” perché il pensiero è antitetico alla parola che hai proferito, è come se l’annullasse! Vengono annullate le due vibrazioni che sono diverse, diventano dissonanti e si annullano l’una con l’altra! La persona a cui tu stai parlando lo comprende, e sapete dove lo comprende? Nel terzo chakra, nel chakra solare, nel chakra delle relazioni! Prima di tutto lo sente lì, è lo stomaco che digerisce le parole dell’odio, così come è lo stomaco che accoglie le parole d’amore per poi passare al cuore! Le parole dell’odio feriscono il cuore, le parole dell’amore guariscono il cuore.

Io uso questi due termini un po’ come esempio, non ci sono solo le parole dell’odio e non ci sono solo le parole dell’amore ma ci sono tutte le variazioni interne a questi due sostantivi: l’aggressività, il risentimento, il timore, la paura, l’angoscia, l’ansia e chi più ne ha più ne metta! E invece, la compassione, la gioia, la tenerezza, la franchezza, la verità, la spensieratezza, la fede, la fiducia, che può contenere la parola amore. Le parole dell’odio non hanno la fiducia: come possiamo fidarci di chi apostrofiamo con risentimento?

Abbi fede” ci sentiamo di dirlo a qualcuno? Io ti voglio bene, abbi fede”, non ci permettiamo di dirlo perché quando diciamo “ti voglio bene” necessariamente c’è un contenuto di fiducia: ho fiducia in te, ti apprezzo ti ammiro ti voglio bene. Se dici ti odio come puoi dire ho fiducia in te? Come puoi dire ti apprezzo? Come puoi dire ti ammiro?

E allora vedete che le parole-comportamento sono necessarie se desideriamo veramente cambiare la nostra vita, se desideriamo che questa umanità si evolva! È inutile raccontarsi delle frottole!

Le parole dell’amore sono anche le parole dell’unione!

Non che io abbia da dirvi qualcosa che dentro di voi già non c’è: noi possiamo ricevere solo nella misura in cui possiamo dare! Quindi tu stai ricevendo ciò che già alberga in te, che tu puoi dare o forse non sai che hai questo sapere in te e io vengo a rivelartelo, o vengo a mostrartelo, o vengo a portare luce. Tale è stato il mio cammino, tale è stato il mio percorso e tale è il mio mandato su questo Pianeta. E ciascuno di voi che è qui ora sa per sé, è ha intuito il proprio scopo e allora è importante sapere che le vostre parole devono anche essere soprattutto delle parole- comportamento, cioè devono avere il peso di un’azione! Il pensiero è un’azione dunque attenzione a non pensare il contrario di ciò che dici a voce! Attenzione a non pensare cose che in altri momenti non oseresti dire a voce: la menzogna, l’infamia, la maldicenza, la bestemmia. Sì, forse sto dicendo cose scontate? O forse sto rivelando quelle parti più nascoste della coscienza inferiore.

Ebbene tutti abbiamo degli aspetti ombra: a volte ci passano dei pensieri di un certo tipo e allora dobbiamo comprendere che una vera mente risvegliata non pensa! Eh sì, è proprio così! Però non è una mente vuota, è una mente presente, senza giudizio. Non ha il sottotesto, non ha il bordone come si dice nel linguaggio musicale, non ha quel rumore di fondo che è quel dialogo interno terribile che ci fa pensare qualsiasi cosa, fino poi ad arrivare all’emissione vocale del pensiero che diviene parola! Vedete io ogni tanto mi fermo per pensare a quello che devo dire e non ho un vero copione, lo chiamo così perché è importante questa parola.

Il vero risvegliato non ha un copione, non può averlo perché egli attinge al Campo quindi può vivere l’esperienza di ogni pensiero e può vivere l’esperienza di ogni parola pur non pensando nulla e pur dimenticando un attimo dopo le sue parole!

Per questo noi dei Maestri abbiamo le registrazioni, le trascrizioni, altrimenti quel maestro oggi ti ha donato l’insegnamento e domani magari non ricorderà cosa ti ha donato, perché è pronto a donarti un altro insegnamento, che scaturisce da cosa? Dalla vita, dallo stupore, dalla meraviglia che ogni istante dona, istante dopo istante, e può raccontare qualsiasi cosa e sappiate che tocca sempre il tuo cuore perché è storia viva, perché è pensiero-verità anche se a volte può essere un pensiero-verità dolente, o verità forte! Pensate al Cristo quando entra nel Tempio e scaraventa i banchi cacciando fuori dal Tempio i sacerdoti che non vivevano una vita pulita o che trasformavano il Tempio in un mercato.

Ecco in questo mercato o anche grande supermercato della New Age io spesso non trovo le parole-comportamento anzi, trovo il disordine delle parole: oggi una cosa, domani puoi dirne un’altra! Ci deve essere una continuità, una coerenza! Quanto più sei consapevole, quanto più sei nel cammino e senti che stai toccando ogni giorno delle piccole verità che ti aprono nuovi orizzonti, quanto più sei al servizio degli altri e fai una professione come operatore di Luce, come counselor, come persona che ama gli altri, che si mette a disposizione nel volontariato o come persona che lavora in un ufficio e si rivolge ad altri o come persona che guida un Paese che dovrebbe essere d’esempio per gli altri – tanto più tu devi avere parole-comportamento!

Se solo pensiamo alla classe politica quanto a volte è poco lucida, quanto è nelle parole del risentimento, dell’odio, della menzogna! Del pan per focaccia! Pensiamo alla classe economica, a quelle classi che guidano i grandi interessi del Pianeta: dove troviamo le parole-comportamento? Non si può fare un discorso oggi che dà speranza al Paese e non avere tutti i giorni nella vita costantemente pensieri e parole-comportamento! Come sei con i tuoi figli? Come sei con i tuoi genitori? Come sei con i tuoi amici? Come sei con chiunque incontri per strada? Come sei quando entri in un bar? Come sei quando entri in un supermercato? Come sei quando entri in un ufficio pubblico? Dov’è l’integrità del comportamento? Questo è un aspetto fondante di chi intende vivere la Nuova Umanità, di chi intende donare il proprio cuore alla Nuova Energia.

Darshanaji  da sat sang -serate di riflessioni meditative “Le Chiavi della Vita”- Tutto l’incontro webinar è su You Tube 

Fine prima parte

Per approfondire i livelli di coscienza vai alla webinar “I quattro stadi della coscienza” 

Sul canale radio EOS RADIO GALAXY si trovano molti podcast interessanti su linguaggio e relazione, tra cui: Le parole che uccidono”  

Di |2021-02-16T18:05:42+00:00Febbraio 16th, 2021|Blog, Insegnamenti|0 Commenti

Il mondo nella “realtà” è un’illusione by Darshanaji

“E noi, nel cercare Dio, in realtà non stiamo cercando Dio : stiamo cercando la nostra fede. Perché Lui c’è, c’è sempre stato e sempre ci sarà.
E’ come se dovessimo mettere alla prova la nostra capacità di vederlo, la nostra capacità di sentirlo, la nostra capacità di percepirlo, la nostra capacità di abbracciarlo, la nostra capacità di nutrircene. Lui è là, anzi; più che là, Lui è qui.
Perché tua Madre è dove sei tu! Noi, in questa ricerca di Dio, altro non stiamo che cercando noi stessi. E più noi ricerchiamo noi stessi, più Dio è presente in noi. La ricerca di sé contiene in sé lo spirito del Sé.”

Le più recenti scoperte della fisica quantistica confermano le visioni  mistiche dell’antichità presenti nei simboli degli archetipi, dalle mitologie all’alchimia, in che modo Eos esprime la natura simbolica dello spirito?

Con l’energia Eos attraverso la geometria sacra dei suoi Simboli e la sua sequenza di movimenti sacri scaturiti dai simboli stessi, colmi del Soffio dello Spirito, con la funzione reale di benedire, consacrare e spiritualizzare il mondo fenomenico e immanifesto, agiamo con un processo alchemico che ritorna all’Energia Pura, per ricreare l’Essere Adamantino, il Vajrasattva, il Buddha della purificazione e della guarigione. L’iniziazione-attivazione dei chakra che opero sulla persona, facendo uso dei segni dello Spirito-Fonte, equivale alla discesa dell’alchimia della Grande Opera, per cambiare e ampliare nel risveglio la percezione dell’umanità del Terzo Millennio. Noi attiviamo parti subatomiche di noi stessi che facilitano l’intreccio con altre parti subatomiche del campo permettendo stati di entanglement su diversi livelli dimensionali, oltre la dualità della mente.

I mistici, gli yogi, gli illuminati entrano in uno stato alterato di coscienza per comprendere ciò che la mente, come struttura sinaptica elettrica non può comprendere ma solo sperimentare in uno stato di risveglio. Vedi Cap. IV

Dio non ” esiste” se non attraverso di me, attraverso noi stessi, attraverso ogni cosa in questo creato, Dio è la Fonte e si manifesta in ciò che vediamo, in ogni cosa che guardiamo, in ogni cosa che creiamo, in ogni pensiero, atto nostro, in ogni singola particella di natura, di mondo, di galassia, di Universo… la Forma che tutto crea in un flusso costante, un immenso frattale che riproduce se stesso in ogni istante”

Se l’universo è in qualche modo una struttura olografica, la consapevolezza deriva e dipende da essa. Le teorie basate sul paradigma olografico possono portare a leggi e comprensioni unificate della coscienza e dell’universo?

Numerosi sono gli esperimenti scientifici che hanno evidenziato come qualunque pattern di memoria, come ad esempio la mente umana ed animale, le proprietà chimiche, i loro stati e le loro catene reattive e di consolidamento, i cromosomi, il DNA, l’RNA, così come le leggi fisiche con un senso temporale, sono simili ed esprimibili come una serie di fronti d’onda l’insieme di punti che vibrano concordemente in posizione di equilibrio assumendo lo stesso valore in ogni istante- e che permeano il tutto interagendovi.

Il mondo come lo pensiamo nella “realtà” è un’illusione. Non esiste un vero e proprio spazio tridimensionale o quadridimensionale, né esiste il tempo, c’è solo un tutto senza parti distinte, formato da infinite onde o stringhe che interagiscono in una serie dinamica di movimenti e trasformazioni connaturate ad un eterno presente che non diviene, ma cambia. Una coscienza-vibrazione: la forma è infatti solo un’area vibrazionale più densa del campo energetico unificato. 

Noi viviamo e sperimentiamo un livello illusorio della realtà effettiva, qualcuno la descrive anche come una Matrix simulazione di un computer “universale”. Anche il Buddhismo Zen nei sui antichi insegnamenti descrive la realtà come illusoria. Nei Veda si parla di un assoluto che è ovunque, in una sorta di principio di non-località quantistica, nel qui e ora.

La nostra mente, la nostra consapevolezza, il corpo stesso altro non sono che riflessi, immagini e ologrammi del vero mondo reale che possiamo solo immaginare ma che dobbiamo poter finalmente sperimentare come un cammino di risveglio e realizzazione del Sé, anche con l’aiuto della scienza, ma ciò può accadere solo attraverso una via dello spirito, così come insegnato nell’apprendimento del Metodo Eos.

“… Il Respiro dell’Universo é ciclico, tra una fase di inspiro -contrazione e di espiro-espansione c’è un attimo di apnea. In quello spazio di vuoto cosmico dobbiamo poter generare l’Azione Consapevole.

E’ un momento di apparente silenzio dove il fuoco alchemico, trasmuta e divora, rigenerando la ciclica ruota del tempo tra le leggi della Creazione e la Caduta.
Oltre ogni misura di spazio -tempo il principio del Non Nato genera il Silenzio.
Ogni cosa apparentemente nel Caos prepara il Non-Tempo. La Babele dell’apocalisse elettronica limita il fluire della vostra Volontà…”

©Darshana P. Tedesco, tratto dal libro ” EOS- Il Codice di Luce della Nuova Genesi-Una via di trasformazione e risveglio” Ed. L’Età dell’Acquario

Di |2021-01-26T18:21:35+00:00Gennaio 26th, 2021|Blog, Sguardo Cosmico|0 Commenti

Tempo di cooperazione e comunione

Il tempo che stiamo vivendo è un tempo di cooperazione, non si può prescindere l’uno dall’altro rispetto a ciò che sono le esigenze primarie di questo tempo: la condivisione, la cum-partecipazione, la compassione, la gratitudine, la solidarietà, sono tutti aspetti che in una forma più ampia possiamo definire aspetti della relazione di aiuto.

Molte delle persone che mi scrivono chiedendo aiuto nella loro vita di tutti i giorni, si pongono anche l’interrogativo di come poter aiutare gli altri. Spesso troviamo persone che si mettono a disposizione degli altri ma non hanno ben chiarito dentro di sé il perché lo fanno.

Altri che invece si prodigano nel dare piccoli o grandi insegnamenti quotidiani altrettanto non so se si interrogano sulla ragione per cui lo fanno e soprattutto se questi insegnamenti o piccoli suggerimenti quotidiani sono integrati nella loro vita di tutti i giorni.

La relazione di aiuto, è una complessità di esperienze che si possono condividere solo se si sono fortemente integrate in sé.

Come puoi aiutare gli altri se non sei in grado di aiutare te stesso? E’ una domanda importante, che molte persone non si fanno.

Molti aiutano ma dimenticano sé stessi, oppure aiutano per dare a sé stessi qualcosa in termini di gratitudine o di gratificazione che non hanno bene individuato da quale prospettiva nasce; o altre ancora sono i falsi aiutanti nella relazione di aiuto: sono quelli che in realtà aiutano ma ne traggono ampio beneficio; moltissimi vendono “prodotti” che sono falsamente di aiuto o per lo meno se lo sono, lo sono nella misura in cui tu hai un prezzo da pagare e soprattutto una quantità economica o una quantità di gratificazione che giunge a compensare, che cosa?

La relazione di aiuto non può essere compensativa di qualcosa che tu devi, o di qualcosa che tu devi avere.

La compensazione, in senso karmico, secondo la Legge Cosmica ha tanti risvolti e ha una profonda struttura di conoscenza, di verità, di onestà, di sentimento di unione. Allora, la domanda è di nuovo: in che modo posso aiutare gli altri se non sono in grado di aiutare me stesso?

Ma è proprio nella relazione che noi troviamo la possibilità di progredire.

L’evoluzione umana si è basata sulla socialità, fino a che l’essere umano è in solitudine non può evolvere, la sua esperienza rimane limitata ed è proprio nella relazione, nella socialità, nel condividere il gruppo, il branco, la polis, le piccole comunità che l’essere umano si evolve, scopre. Le scoperte si fanno sempre insieme, è una partitura di insieme: a un certo punto, comunità lavorano nella stessa direzione in forme differenti ma giungono tutti verso una scoperta, verso un unico obiettivo. Mai come in questo momento la comunità umana deve essere unita per l’obiettivo della sua evoluzione coscienziale!

Non dobbiamo solo scoprire nuovi antidoti ai milioni, ai miliardi di possibilità di malattie o di disagio fisico, molecolare, cellulare che potremmo avere; non è solamente necessario scoprire l’ultimo vaccino o l’ultimo metodo di risoluzione di una malattia autoimmune o di un cancro, è fondamentale anche unirsi per un salto evolutivo della coscienza!

Questa unione può avvenire solo nella relazione di aiuto: quando tu sei disposto a dare non nella misura in cui vuoi ricevere ma sei disposto a dare perché non hai più niente da chiedere, perché hai talmente compensato dentro di te qualsiasi legge, che a quel punto puoi solo donare.

Attenzione, non bisogna confondere il dono con la gratuità.

Se qualcuno chiede “gratuitamente” vuol dire che si aspetta dalla vita qualcosa, come se la vita gli dovesse qualcosa, come se la madre dovesse necessariamente ancora allattarlo e quindi chiede la gratuità, chiede l’elemosina, chiede il farsi carico.

E’ giusto aiutare chi ha bisogno, è essenziale, è pietas, non fraintendetemi: Chi più dà più riceve!

La solidarietà, il volontariato sono forme altissime di misticismo, non bisogna essere necessariamente spirituali per donare e per-donare. Si può essere persone comuni con un senso profondo della compartecipazione e con il desiderio di aiutare gli altri. Se pensiamo ai volontari che ci sono in varie forme: nella Croce Rossa, nella Caritas o anche altre forme di volontariato, questo è encomiabile. Io mi riferisco a quelle persone che chiedono la gratuità nel senso che sono sempre nel bisogno, sempre nella richiesta e che “pretendono” che l’altro dia: questo non è compensativo per la loro evoluzione, non è compensato neanche per chi dà continuamente, senza stabilire un limite. Il metro di misura tra il dare e l’avere deve essere equipollente.”

Darshanaji – tratto dal sat sang on line Relazione d’aiuto e cambiamento -giugno 2020

Prima parte

Di |2021-01-22T12:34:30+00:00Gennaio 19th, 2021|Blog|0 Commenti

Per un Manifesto del Terzo Millennio

In questo momento le mie parole stanno toccando la Galassia, il Multiverso e riverberano in ciascuno dei vostri multiversi come spazi di coscienza, come dimensioni della vostra coscienza. Siamo migliaia di miliardi di miliardi di miliardi ma insieme! è il concetto della “parte che contiene il tutto e del tutto che è contenuto nella parte”.

Oggi, condivido con voi il Movimento per il Risveglio della Coscienza non in termini tridimensionali, ma in termini olografici. Per questo è nato EOS Consciousness Awakening Movement, il Movimento per il Risveglio della Coscienza Planetaria, un progetto globale come Campo di Coscienza che tocchi l’essenza di ogni uomo e ogni donna di pace in nome di una rivelazione: la rivelazione de Il Padre-Madre come Seconda Venuta.

Tutto è Uno, niente è disgiunto da niente e ciò si rivelerà nel vostro cuore come Comunità Vivente, qualunque siano le vostre tradizioni religiose, le vostre credenze familiari, le vostre appartenenze animiche, le famiglie d’anima.

Tutto è Uno, è Coscienza Cristica Illuminata.

Quando parliamo di Coscienza Cristica non parliamo solo di Gesù il Cristo come Maestro, ma ci riferiamo ad un empireo di Maestrie, quelle che dal tempo dei tempi si sono incarnate o sono giunte a noi attraverso frequenze incorporee. Parliamo di un sincretismo di Insegnamenti e di Energie rivelatorie della Divinità fatta umano.

Una delle teorie principali espresse fin dai miei primi insegnamenti è stata quella che la guarigione olografica di EOS- Energia Olografica Sistemica, la nuova Energia del Terzo Millennio, ci conduce verso una Nuova Speciazione. Un passaggio dal Sapiens Sapiens al Sapiens Divino: una mutazione nella genetica animica con l’attivazione e la rivelazione delle altre 10 eliche del DNA animico (quelle famose eliche non attivate) e il Darshan della Luce che è una delle varie forme di trasmissione di questa Energia d’Amore per il risveglio della Coscienza Planetaria.

Giorno dopo giorno, vi accorgerete che questa diversità luminosa che è entrata nella vostra vita, o che entrerà ora nella vostra vita per la prima volta, sta portando e porterà Luce nella vostra vita, Luce nella Luce e anche alle persone intorno a voi, alla vostra realtà. Tutto ciò deve potervi rendere leggeri, perché quando si vive un’esperienza di questo tipo, così semplice, di cui io umilmente sono guida e veicolo, non puoi che gioire! Non c’è sforzo, non c’è sacrificio, c’è solo accoglienza, accettazione, Amore. Non c’è giudizio, c’è Amore e quando questo Amore fluisce dal tuo cuore, perché hai lasciato che l’Energia ti toccasse, a quel punto il tuo sguardo sul mondo e lo sguardo di te verso di te diviene sacralità dell’esistenza.

Non sarai mai preso dalla presunzione – la lascerai cadere come una vecchia trappola dell’ego – sarai invece compassionevole e solidale verso te stesso e ogni altro essere senziente animato o inanimato del Pianeta in cui vivi, in cui hai scelto di esistere. La fiamma è perennemente accesa, il Fuoco Cosmico è perennemente acceso in te, in ognuno di voi, in qualunque cosa intorno!

Fra pochi minuti ritornerete alle vostre famiglie, alla vostra quotidianità: è proprio lì, innanzitutto lì, che dovete portare questo Amore, questa tenerezza! Lì dovete portare il perdono, l’assenza di giudizio, è lì nella vita di tutti i giorni che dovete poter fare la differenza!

Non date a nessuno il potere che non avete conquistato in voi, e non delegate la responsabilità della vostra vita e delle vostre scelte. Non parlate di fratellanza se non avete fatto pace con tutte le vostre parti che sono come fratelli e sorelle in voi. Il tempo della separazione è proprio la tua mente che ti separa dal riconoscimento dell’altro come te stesso, di ogni cosa come te stesso. Che ti separa dagli esseri senzienti come te stesso.

Rendiamo grazie, rendiamo grazie! Pensate a tutto quello che già avete, a questa magnifica abbondanza dell’unione, dell’essere qui occhi negli occhi, dell’integrità e dell’integrazione di ogni polarità come estremismo di paese in paese, di città in città, di nazione in nazione, di era in era. Diversità, certo, che si sono incontrate oppure scontrate; diversità che in qualche forma si sono unite e fuse in Uno. Se pensate questo come scopo di questo tempo allora oggi state ricreando la storia di tutti i tempi! Questo è quello che deve accadere, che sta accadendo e dobbiamo pensarlo oltre noi stessi, oltre questo corpo fisico, oltre queste nostre idee. Questa è l’utopia che è già olograficamente realizzata perché tutto è già accaduto e accadendo accade”, è oltre noi stessi.

Ogni anima che scende su questo piano incarnato sa perfettamente qual è il suo processo evolutivo. Questo processo non è altro che un viaggio dentro sé stessi, nelle dimensioni della propria anima.

Il passato è un insieme di dimensioni, di esperienze dimensionali, e il futuro è un insieme di esperienze dimensionali, l’Eterno Presente, il Qui e Ora, è un insieme di dimensioni. Quello che sta accadendo realmente è un cambio di frequenza cioè un nuovo assetto vibratorio del Pianeta e della nostra essenza che ci permette e ci permetterà di intuire dimensioni parallele compresenti, anche se apparentemente possono sembrare successive a qualcosa.

Tutto è sempre esistito e sempre esisterà!

Questa percezione è importante perché dovrebbe far intuire che il passaggio sta avvenendo: pensiamo a ciò che stiamo generando e co-creando giorno dopo giorno, non è solo per un futuro possibile ma è anche per un passato che si possa ridisegnare, ridefinire. Non dobbiamo solo creare un futuro, dobbiamo poter disegnare un nuovo passato: è proprio scrivendo la storia oggi che puoi riscrivere il passato e puoi tracciare i confronti, gli orizzonti, ciò che il futuro diviene, non come esilio ma come resilienza.

Attraverso una differente percezione dei livelli di realtà dobbiamo dare valore a tutte le lotte, a tutte le rivoluzioni che lo spirito di avventura dell’uomo ha richiesto; a tutte le crociate nel nome dell’Uno, a tutte le rivoluzioni che hanno cambiato il mondo, che hanno cambiato il modo di lavorare, di pensare, di conoscere, di scoprire il mondo, di far crescere questa umanità. Dobbiamo poter ridisegnare con una nuova consapevolezza tutti gli aspetti che il conflitto delle personalità umane ha reso cruente; dobbiamo poter generare insieme un Manifesto per il Terzo Millennio, una nuova rete della vita e pensare da oggi in poi a rivoluzioni di pace, fatte solo d’Amore!

Darshanji- tratto dal sat sang dell’8 dicembre 2020

Di |2021-01-16T18:28:55+00:00Gennaio 16th, 2021|Blog|0 Commenti

Stargate Passaggi Dimensionali by Darshanaji

Lo Stargate della Nuova Alleanza di Luce prevede sicuramente e chiaramente un passaggio di stato, cioè un cambiamento del proprio essere che possa andare incontro al cambiamento, che possa navigare insieme alla grande onda di risveglio di consapevolezza che, in un modo o nell’altro, sta attraversando l’Umanità, accompagnato da vere e proprie dimensioni della propria Coscienza che sono aspetti del passaggio dimensionale che l’intero Pianeta va a percorrere.

Passaggio Dimensionale

Per passaggio dimensionale molti intendono il passaggio dalla 3^ alla 4^ dimensione e dalla 4^ alla 5^ dimensione e così di seguito. In realtà nei miei insegnamenti, poiché parlo di Guarigione Olografica, tutte le dimensioni sono compresenti quindi non c’è una differenza tra questa dimensione in cui viviamo e le altre dimensioni.

Esse sono compresenti, solo che noi non le percepiamo, o perlomeno possono essere percepite solo in stati espansi di Coscienza o possono essere percepite in profondi stati meditativi, quindi navigare diversi Stati dell’Essere è un po’ anche navigare le dimensioni

Dualità

La dimensione che viviamo si dice essere la 3^ dimensione dove è predominante la ciclicità, una dimensione duale, dove esistono delle dualità polari: la notte e il giorno; il ciclo delle stagioni; il maschile e il femminile. Questa dualità rappresenterebbe anche l’aspetto di separazione che l’essere umano vive rispetto al senso di unità con tutta la Natura, con tutto il Pianeta e con tutta la Galassia, e allora il lavoro di crescita personale, spirituale, in questa 3^ dimensione, è stato da migliaia di anni quello di propendere verso un senso di unità che potesse soprattutto portare l’essere umano verso una totale fusione con il Divino.

Questa fusione, in realtà, significherebbe che avessimo superato tutte le dimensioni, infatti anche risvegliandoci alla percezione delle altre dimensioni (4^, 5^, 6^) in realtà non giungeremmo ad una fusione con la Divina Coscienza perché questa fusione prevederebbe l’aver integrato tutte le dimensioni nell’Uno, nell’Assoluto, che le contiene.

L’Assoluto è una grande immensa eterna Coscienza che in Sé contiene ogni aspetto e contiene anche ogni dimensione. Olograficamente, l’Assoluto ci contiene e noi siamo contenitori di questo Spazio di Eternità, allora la percezione delle dimensioni esiste in noi ma entrarci, superarle, viverle questo è un’altra cosa!

Dimensioni dell’Essere

Dimensioni e Galassia UmanaIo preferisco parlare di Dimensioni dell’Essere dove abbiamo più livelli e più stati, in cui possiamo percepire la compresenza di tutte le dimensioni o per lo meno, percepire la differenza tra una dimensione e l’altra.

Ad esempio, quando dormiamo, nel sogno noi attraversiamo più territori e questi territori noi li attraversiamo in pochissimo tempo, in frazioni di secondi che a noi, nel sogno, possono sembrare anche lunghissimi! Un sogno ci può sembrare durare 20 minuti, mezzora, infatti avvengono delle vere e proprie storie dentro ai sogni, situazioni differenti che si dipanano in uno spazio temporale e anche fisico: passare da una città ad un’altra, dalla città alla campagna, dalla terra al cielo; fare cose impossibili nella vita reale come volare, cavalcare (per chi non sa andare a cavallo), nuotare in acque meravigliose, vivere in simbiosi con esseri soprannaturali.

Ecco la dimensione del sogno è come l’insieme delle dimensioni, però noi le viviamo in uno stato di “non presenza” cioè le viviamo in uno stato di sogno, questo è lo stato in cui possiamo meglio configurare cosa significa passare da una dimensione ad un’altra. Quindi, vivere più dimensioni significa vivere delle potenzialità del nostro Essere, cioè avere delle qualità, delle capacità, delle particolarità che ci fanno essere sopra-naturali o aldilà della nostra natura: si parla di risveglio in 4^, 5^ dimensione ma sempre considerando le dimensioni compresenti.

Risveglio della Coscienza

Risveglio della Coscienza significherebbe dunque conoscere o ampliare la percezione delle dimensioni che già esistono dentro di noi. Se pensate che nel nostro corpo fisico contemporaneamente, cioè nella stessa manciata di secondi, una vera e propria grande opera viene compiuta: il cervello vive le sue sinapsi, manda i comandi alla voce, al pensiero, all’udito, alla vista, all’odorato, al gusto; manda i suoi messaggi al movimento: alle mani, alle braccia, alle gambe, il corpo; contemporaneamente il cuore pulsa, lavora; i polmoni respirano, il fegato elabora, il pancreas brucia, consuma; l’intestino elabora e separa, lo stomaco macina, il sangue pulsa, le cellule nascono, muoiono e comunicano tra di loro; in una manciata di secondi, milioni di milioni di milioni di milioni di eventi accadono nel nostro corpo fisico, solo in quello fisico! E possiamo dire che contemporaneamente in questa stessa manciata di secondi, trilioni di milioni di milioni di eventi accadono nel corpo eterico, nel corpo emozionale, nel corpo mentale, nel corpo causale, nel corpo spirituale, nei sette maggiori e nei 21 corpi superiori. Ecco che tutto avviene contemporaneamente su diversi livelli, che non sono altro che dimensioni dell’Essere Cosmico. Allora, una 4^, 5^, 6^ dimensione che cosa apporterebbe a livello di consapevolezza? Dal mio punto di vista, dal punto di vista del mio risveglio, sicuramente porta ad una percezione differente dei livelli di realtà.

La realtà è un’illusione

Una delle più grandi percezioni che si possono acquisire percependo le dimensioni dell’Essere oltre la 3^ è quella dell’illusione cioè che la realtà non è così come ci appare ma è pura illusione. Questo è un concetto che le grandi filosofie, dai Veda al Buddismo, hanno espresso all’uomo: la realtà è un’illusione e poi, in qualche modo, lo dice anche la Fisica Quantistica e nella Guarigione Olografica in EOS -Energia Olografica Sistemica, dico proprio che la realtà è un’illusione, non è altro che un ologramma che disegniamo continuamente nello spazio quantico dell’Universo.

Nella mia esperienza personale la dimensione dell’illusione è la percezione che le dimensioni sono compresenti ma allo stesso tempo sono cangianti, sono contemporanee ad un divenire. Mi rendo conto che potrebbe essere un discorso un po’ complesso. Immaginate una contemporaneità di un divenire: così come vi ho fatto l’esempio del corpo dove tante cose accadono contemporaneamente, così immaginate quante cose accadono contemporaneamente in più livelli evolutivi. Se accadono contemporaneamente ciascuno di questi “accadere” esiste? Ho fatto esperienza nei miei stati espansi di coscienza che essi esistono presi ciascuno a sé stante, ma non esistono nella contemporaneità dell’accadere.

Essenza

La contemporaneità dell’accadere li annulla l’uno con l’altro e ciò che rimane è solo l’Essenza che è imponderabile, rarefatta e non riconducibile a nessuna forma, né numero, né geometria. Se invece questi accadimenti sono presi singolarmente, come se noi avessimo degli schermi successivi, delle immagini successive, delle scansioni successive l’una all’altra allora questi accadimenti li vedremmo uno per volta e potremmo dire che esistono, ma nel momento in cui si sovrappongono e divengono contemporanei si annullano l’uno con l’ altro lasciando il posto a Ciò che E’, l’Essenza, ecco la percezione dell’illusione!

E questi accadimenti possono essere livelli emotivi, livelli mentali, livelli causali -quelli delle vite precedenti- ma se tutte queste vite precedenti le prendiamo e le mettiamo una sull’altra, come fossero tanti schermi sovrapposti, si annullano e ciò che rimane è l’Essenza. Questa è la percezione dell’illusione della realtà che se si sperimenta, cioè se si vive proprio come un’esperienza – come a me capita spessissimo di vivere, anzi è un stato pressoché perenne – ci può far comprendere che niente è oggettivo ma anche che niente è individuale. Allora, nel tempo omnipervadente e omnipresente dell’illusione, di una realtà illusoria, la nostra piccola grande sofferenza individuale non esiste è solo uno degli schermi possibili che abbiamo olograficamente creato nello spazio quantico.” 

Darshanaji ( Darshana P.Tedesco ,  Tratto da E-book “Stargate – Passaggi Dimensionali dell’Essere di Pura Armonia”)

CORI DI LUCE Donne e uomini di Pace uniti nell’Inno alla Luce

CORI DI LUCE

Donne e uomini di Pace uniti nell’Inno alla Luce

Virtual Choir – Un Coro di Voci e di Mantra per la Nuova Umanità

direzione musicale Giordana Moletta

21 dicembre 2020

Omnia Accademia del Risveglio

Vuoi far parte del coro virtuale partecipando da casa? Hai una buona intonazione di base? Vuoi far parte di un progetto umanitario energetico di pace cantando il mantra di “luce nella luce”?

Scrivi subito nel form sottostante indicando Evento Cori di Luce e riceverai i dettagli. Le adesioni scadono il 30/11/2020.  Manca solo un mese al Dono che dona.

Il più grande obiettivo in questo momento storico e planetario è risvegliarci ad uno stato di coscienza partecipativa, di gruppo, viva e intensa, una consapevolezza globale di noi stessi e del mondo, in apertura verso i misteri delle Galassie. Non si tratta solo di ricercare lo “scopo della vita” o di una particolare missione spirituale, ma semplicemente di creare le condizioni per affermare la Vita, la Verità e l’Amore come principi universali di condivisione e azione partecipativa equanime, per risvegliare la coscienza globale attraverso il risveglio della coscienza di sé.” (Darshanaji)

L’evento “Cori di Luce” è nato da un’idea di Darshanaji, come esperienza proposta dall’Accademia Omnia già da qualche anno, con il desiderio di condividere ed estendere la bellezza e l’armonia nel canto corale per creare un campo di forza e di allineamento con il cuore. In questa occasione per il Natale 2020, per il giorno 21 dicembre, Solstizio d’inverno, i Cori di Luce saranno realizzati on line con la tecnica del Virtual Choir, con la direzione musicale di Giordana Moletta che già in passato aveva diretto Il Rainbow Chorus© dei bambini arcobaleno durante il grande evento Divine Art .

La partecipazione a questi Cori di Luce virtuali è aperta a tutti e non necessita di particolari qualità vocali. Le prove di coro si svolgeranno nell’arco del mese di dicembre, per poi diffondere on line l’evento il 21 dicembre, giorno del Solstizio. Sono un’opportunità di gratificante  esperienza e di potente espansione di coscienza. Insieme, in gruppo, cantando sacri suoni e mantra d’Amore Incondizionato, per riconoscere il canto del Maestro Interiore nella connessione con il più alto Sé e le Energie Sottili.

Ma che cos’è un Virtual Choir e come si realizza? • Un coro virtuale è un coro i cui partecipanti non si incontrano fisicamente ma lavorano insieme a distanza. • Chi dirige il coro programma alcuni incontri online, dal 1 dicembre, con i partecipanti, per dare precise indicazioni su come cantare i brani scelti e per dare istruzioni su come auto-video-registrarsi. Non è possibile cantare insieme durante questi incontri, per problemi di latenza del segnale sonoro. Si potranno senz’altro fare degli esempi, ma poi ognuno imparerà i canti individualmente su basi musicali date, per poi auto-video-registrarsi. • Le video-registrazioni vengono inviate a chi dirige il coro, il quale attraverso alcuni software sincronizzerà ciascun video con tutti gli altri, opererando poi un mixaggio del tutto. • Il video ottenuto sarà la somma di tutti i video sincronizzati dei partecipanti, i quali appariranno cantando tutti insieme in un mosaico di volti.

Noi come realizzeremo il nostro Virtual Light Choir? • Per la sua realizzazione saranno necessari un paio di incontri online, affinché tutti siano messi nelle condizioni di capire bene come imparare i brani, e di come successivamente auto-video-registrarsi. Saranno cantati due mantra ideati da Darshanaji, musicati e armonizzati dalla musicista Giordana Moletta : “Om Guru Om” il mantra del Maestro interiore, ed “Eos Light in the Light”, un inno mantrico, il cui testo è stato arricchito dalla musicista Moletta con altre parole di speranza, e che richiama a noi l’Amore della Chiara Luce, apportatrice di Pace, Guarigione, Risveglio della Coscienza • Per facilitare la comunicazione sarà creato necessariamente un gruppo whatsapp sul quale riceverete tutti i materiali necessari e altre indicazioni. • Per questioni organizzative la data di scadenza per le adesioni è il 30/11/2020, raccolte le quali e creato il gruppo, saranno indicate le date per i due incontri online. Riceverai le necessarie istruzioni e link per poterti collegare.

Il Dono che dona

Per la partecipazione a questi Cori di Luce è prevista una donazione libera e consapevole. Il ricavato farà parte di una donazione che Omnia-Accademia del Risveglio devolverà ad associazioni umanitarie che si occupano di bambini e ragazzi con gravi disabilità. Per ogni altro dettaglio scrivi subito ad accademiaomnia@gmail.com -Iscrizioni a numero chiuso Accetteremo le richieste pervenute entro le ore 15 di lunedì 30 novembre.  Manca solo un mese al Dono che dona.

Eventi a donazione libera e consapevole https://www.eos-energia-olografica-sistemica.com/cose/eos-loves-gaia-donazioni/

Eco- sostenibilità, Redistribuzione delle Risorse, Fratellanza sono alcuni temi che sono molto cari al nostro progetto, desideriamo sostenere enti ed iniziative destinati a questi ambiti di movimento globale di consapevolezza e di solidarietà.

Di |2020-11-26T19:13:16+00:00Dicembre 21st, 2020||Commenti disabilitati su CORI DI LUCE Donne e uomini di Pace uniti nell’Inno alla Luce

Risveglio

“La materia, il sogno sognato nella terza dimensione, tiene ancorati in un enorme sonno dell’anima, in una allucinazione collettiva.

Il Risveglio Arcobaleno squarcia l’orizzonte dei Mondi.

I 3 corpi mortali (fisico, astrale e mentale) “pensano” alla sopravvivenza,  ( ovvero vengono orientati a farlo) e mettono in silenzio, in stato di addormentamento, la coscienza dei Sé più alti, specchio dell’anima immortale.

Ciò che i più vivono e vedono ogni giorno fa parte solo del 5% di tutta la realtà apparente.
Ri- Svegliarsi significa andare oltre a questa esigua percentuale, che è pura illusione.
Tutti sono potenzialmente immortali nel riconoscersi divini, ( ma il Risveglio non si compra al supermercato, né l’immortalità dell’anima può essere venduta a peso). Solo ri-svegliandosi nello Sguardo del Maestro Vivente, il Christos Cosmico, consapevolezza e bellezza splenderanno all’unisono con le Leggi Universali.”

by Darshana

Di |2021-01-16T16:35:26+00:00Novembre 16th, 2017|Pensieri di Luce|0 Commenti

Scopri anche

EOS Galaxy Radio

Torna in cima