Blog

/Blog

Alimentazione Consapevole ed evoluzione

Alimentazione consapevole ed evoluzione della coscienza

a cura di Patrizio Colagiovanni

 

Parlare di alimentazione è una scelta delicata. Nutrirsi rappresenta l’azione base di ogni creatura, assimilare energia per trasformarla in crescita o in riproduzione.  Per l’umanità oggi è l’ingresso per un universo di tradizione, di identità, di famiglia, di condivisione. Certo, anche di assenza, di povertà, di sottomissione, di disperazione, ma  anche di commercio, di produttività, alimentazione come valuta di scambio, lavoro, potere economico, progresso scientifico.

Come per ogni aspetto dell’esistenza umana, l’alimentarsi ha subito ramificate evoluzioni direzionate dalle necessità del percorso di crescita sociale. Questo significa differenze importanti rispetto ad abitudini nutritive preistoriche, causa o contributo di modifiche genetiche appropriate e contestuali al tipo di cibo ingerito, ma così non sembra più accadere. Anzi, i risultati ottenuti rilevano una preoccupante deriva nello stato di salute collettivo, spesso causata da manipolazioni dello stesso cibo che dovrebbe sostenerci e permetterci di esistere su questo pianeta. L’evoluzione alimentare ha quindi vissuto una deviazione rivelatasi in realtà dannosa, parallelamente ad altri aspetti del sociale, in quanto nutrirsi è la radice su cui costruiamo ogni azione, ed ogni azione determina anche il nostro nutrimento.

La società oggi propone una moltitudine di soluzioni scientifiche e non, per arginare il problema, ciò che fa più raramente è osservarlo da prospettive diverse, che non siano la semplice sostituzione di un prodotto con un altro per avere un effetto diverso. Essendo stata la chimica la causa più attiva degli squilibri alimentari, forse non è la chimica la risposta più efficace.

In un non lontano passato l’unico strumento utile a riconoscere un alimento sano da un veleno era il gusto, una compagine di organi altamente specializzati e strettamente connessi all’intero organismo in grado di tradurre ogni esigenza di quest’ultimo in un desiderio, una ricerca o una scelta specifica dell’alimento appropriato. L’utilizzo della chimica con l’avvento della grande distribuzione ha reso quest’organo altamente evoluto un nemico del proprio corpo, rendendo prodotti per loro natura quasi incommestibili, desiderabili. Anzi scatenando una competizione su scala mondiale per produrre cibi sempre più gustosi e sempre meno nutrienti, in un gioco sottile con le leggi in vigore e chi queste leggi le decide visto l’enorme potere economico in ballo, potere in grado di cambiare le sorti di una Nazione, quindi anche la qualità della spesa.

Potrebbe essere questo uno spunto per osservare quante altre forme moderne di nutrimento, dall’informazione quotidiana alle relazioni sociali, ad esempio, vengano manipolate e contemporaneamente edulcorate per rendersi desiderabili.

Ecco che portare consapevolezza nell’alimentazione può essere diverso dall’affidarsi ad un programma di nutrizione studiato per categorie, o dallo sposare una causa legata a temi ambientali, sociali, etici. Ovviamente senza escludere nulla a priori. Alla data attuale sono davvero molte le diete strutturate e complete che fanno parte delle nostre possibilità di scelta, e variano da soluzioni di ispirazione etnica a vere e proprie prescrizioni medico scientifiche, supportate da dati empirici. Certamente la più conosciuta e comprovata è la dieta vegetariana, che come è risaputo elimina dalle possibilità il consumo di carne animale, indicando quest’ultima come causa scatenante di molteplici patologie moderne, oltre che eticamente inaccettabile. I recenti studi sulle condizioni climatiche mondiali ed i livelli di inquinamento ne fanno inoltre una delle diete più consigliabili per l’umanità tutta, in termini di sostenibilità.

Ugualmente dicasi per la dieta vegana, che all’eliminazione di carni animali aggiunge ogni suo derivato  (come uova, latte e miele). Quel che risulta evidente a chi tenti un primo approccio alla dieta vegana è il drastico distacco necessario dall’alimentazione moderna a cui la maggioranza dell’umanità è legata da generazioni. Può essere il primo passo verso una diversa percezione dei prodotti alimentari che si trovano abitualmente sugli scaffali di un supermercato o sulle nostre tavole, prodotti che si danno per scontato essere parte delle nostre vite, oltre che letteralmente parte di noi. Bisogna anche dire che eliminare determinati alimenti promuove nuovi modi di considerare i restanti, che risultano spesso essere altrettanto sufficienti se non addirittura più vari, a seconda dell’attenzione dedicata. Attenzione che permette di informarsi sulla storia e la cultura dell’alimentazione, le motivazioni fondamentali per cui un alimento diviene tale, ripercorrere orme di tradizioni antiche e dimenticate, regalando un valore diverso al pasto, ed un rispetto prima mai considerato. Grani antichi come il khorasan o turanicum, il “senatore Cappelli”, oppure cereali come il grano saraceno o il mais arcobaleno tornano sulle nostre tavole accompagnate da semi di chia, bacche di goji, avogados e l’ impetuoso fenomeno della globalizzazione, che mescolando spesso antico e lontano, produce risultati a volte non proprio consapevoli, anche nel prezzo al dettaglio.

Altrettanto degne di menzione diete come il crudismo o il fruttarismo, che esplorano ulteriormente le possibilità selettive dell’alimentazione, addentrandosi in campi non più sostenuti dalla scienza, che le considera dannose per un’esistenza moderna ed equilibrata, ma che acquisiscono spesso grande valore per chi li associa a percorsi spirituali mirati. Nutrirsi di alimenti non trasformati dalla termodinamica (la cottura), così come richiede il crudismo, può creare reazioni di adeguamento nel corpo umano tali da rendere necessario un monitoraggio costante, negli ultimi millenni ci siamo evoluti considerando la cottura dei cibi una certezza, per digerire solo alimenti come la carne cruda è necessaria una reale trasformazione della flora intestinale, come dei succhi gastrici. Ben diverso un approccio crudista a diete che eliminano la carne, certamente considerato più gestibile dall’apparato gastrointestinale.

Il fruttarismo invece può essere considerato come un’approfondimento del pensiero vegano, indicando come cibo ciò che il regno vegetale produce volontariamente come cibo, cioè frutta e ortaggi, le strutture create dalle piante per essere offerte a chi disperde poi le sementi in territori non raggiungibili dalle piante stesse. Un atto di estrema consapevolezza che a detta di esperti nutrizionisti, non permette un completo apporto di nutrienti necessari al corretto funzionamento del corpo umano, nonostante sia in grado di sostenerlo in salute per diverso tempo. Risulta infatti nel lungo periodo un’importante carenza proteica da richiedere una modifica delle abitudini quotidiane, se non un diretto adeguamento fisico a tale carenza, e status correlati.

Modalità queste di pensare l’alimentazione che, quando opportunamente approfondite, raggiungono livelli altissimi di purezza, fino a trasformarsi in vere e proprie modalità alternative di esistenza, cosa che si ritenga riescano comportamenti come il Bretharianismo, che riconosce nutrimento solo nella luce del Sole, nel respiro, in alcuni casi un poco d’acqua. Sono esistiti casi monitorati di Brethariani dichiaratesi tali da molti anni, un paio di casi famosi in India, che suscitarono non poco scalpore, per la lontananza da tutto ciò che è considerato alimentazione umana. Persone osservate e monitorate per settimane nutrirsi di aria, di luce mantenendo una costituzione certo emaciata e pressochè immobile, ma sana, senza particolari necessità da colmare o sofferenze, tanto da essere considerate a tutt’oggi un mistero. Le loro dichiarazioni vertono tutte sulla capacità di nutrirsi dell’elemento primigenio del Cosmo, il Prana, tramite particolari tecniche di respirazione e meditazione pressochè costanti. Sono altresì molti i casi documentati di gravi scompensi subiti da chi ha tentato invano tale dieta, sottovalutandone le implicazioni.

Così vario ed abbondante è lo studio e l’attenzione portata all’ atto quotidiano di alimentarsi che suona sgradito riportare verità come la mancanza di accesso al cibo per molti popoli, a tutt’oggi, mentre si assiste al consumo irrazionale e lo spreco della civiltà “evoluta”, nel disinteresse dilagante all’altrui condizione. Quindi, quale può essere l’azione consapevole da portare quotidianamente sulle nostre tavole, nelle nostre abitudini alimentari, per migliorare la qualità della propria esperienza di nutrimento, e tutti gli aspetti della vita ad esso connessi? @

Semplicemente rendersi conto, riportare all’originario valore l’azione del nutrirsi giornalmente, chiedersi ogni volta cosa realmente stiamo introducendo nel nostro corpo per renderlo parte di esso, parte di noi, che qualità stiamo aggiungendo al nostro potenziale quotidiano, ma soprattutto informarsi del mercato con coscienza, dalle nostre tavole fino alla produzione delle materie prime. Che valore si può dare ad un alimento che non si conosce, che altri hanno manipolato certo con le migliori intenzioni, ma sempre come oggetto di scambio, come valuta, non più come cibo, ma come lavoro, presentato e reclamizzato con la minima trasparenza possibile per ovvie ragioni di risparmio, regolato via termini di legge per evitare danno eventuale. Nutrirsi non è risparmiare sulla propria salute. Esiste un forte conflitto ideologico tra produttore e consumatore, integrare questa realtà permette di non vivere più un ruolo passivo. Verrà da sè poi l’informazione responsabile ed un genuino ascolto del proprio corpo che aiuti nella scelta appropriata alle personali necessità, o a cercare un aiuto sincero in tal senso.

Riportare l’alimentarsi ad un’azione completamente attiva dona l’opportunità quotidiana di volersi bene a tavola, un gesto d’amore verso noi stessi che può essere condiviso con chiunque, soprattutto con chi realmente e regolarmente produce la nostra fortuna, la nostra abbondanza, la Natura Madre che ci nutre da sempre allo stesso modo, con ciò di cui abbiamo bisogno.

 

By |2019-03-31T18:47:54+00:00Marzo 31st, 2019|Blog|0 Commenti

Flusso di coscienza risvegliata e creatrice

Il Libro EOS- Un’esperienza trasformativa

Questo libro nasce per guidare un numero sempre crescente di persone verso insegnamenti rivelatori per il Risveglio dell’Umanità che riguardano il Sé e la realtà e la possibilità di divenire co-creatori consapevoli.

 

Insegnamenti e messaggi dai reami superiori, sapientemente miscelati dall’autrice per  introdurre al Risveglio e all’arte della guarigione olografica e riappropriarsi della propria unicità e del proprio destino. Il Metodo EOS non è solo una tecnica ma un viaggio nel tempo e nello spazio della multidimensionalità della coscienza. Molteplici passati e molteplici futuri possibili. Questo il Dono di una mente risvegliata.

Recensione a cura di Patrizio Colagiovanni

Leggere il libro di Darshana “EOS Energia Olografica Sistemica-Il codice di luce della Nuova Genesi-Una via di trasformazione e risveglio” ” è  accorgersi con stupore di incontrare una coerenza in senso quantistico. Gli insegnamenti ivi contenuti sono manifesti nella loro forma di comunicazione multidimensionale, ove contemporaneamente si ricevono messaggi utili in molteplici momenti percettivi, da molteplici livelli di comprensione, oppure nella sua struttura olografica, ove il singolo paragrafo contiene in sé il nucleo portante dell’intero libro.

L’esperienza di leggere questo libro è un vero stato dell’essere. E’ ben diversa dal leggere un saggio, una raccolta di pensieri e testimonianze, o un flusso di coscienza organizzato in strutture logiche.
Nell’esplorare le pagine il lettore può rendersi conto facilmente di un aspetto originale nello stile
stesso in cui gli argomenti vengono proposti, che è molto raro incontrare nei prodotti editoriali.
Ciò che si incontra tra le pagine è la gentilezza.
Spesso leggere un libro può rappresentare un ingresso, un entrare volontariamente all’interno di un
sistema di pensiero finora sconosciuto, che può essere molto diverso dal proprio o da precedenti
letture. A volte ciò può essere anche utilizzato ad arte dallo scrittore per spiazzare, scioccare,
occupare un piedistallo privilegiato volto ad ammansire il senso critico di chi legge, così da ricevere
minor resistenza verso i concetti proposti.
Sin da subito, leggendo “EOS Energia Olografica Sistemica”, si ha la sensazione di essere
accompagnati verso l’argomento immediatamente a seguire quasi per mano. Nonostante la natura
dei temi affrontati, spesso di derivazione scientifica, mistica e storica, si percepisce un’attenzione
notevole nella scelta delle parole usate, della sintassi, volte a mantenere paritario il livello tra
scrittore e lettore, a prescindere dall’estrazione sociale o scolastica a cui appartenga.
È indicativo che gran parte del libro comprenda trascrizioni di sat sang, seminari e conferenze,
proposti nella formula di domanda e risposta, a permettere una qualità estremamente dialogica che
avvicina molto il lettore ad una ricezione attiva, la scelta delle domande copre ogni possibile dubbio.
In aggiunta a queste trascrizioni vengono riportati insegnamenti, lezioni accademiche e messaggi dai
reami superiori, sapientemente miscelati per raggiungere un intero armonico, in grado di non
pendere a favore dell’uno o l’altro ingrediente, mantenendo il naturale scorrere del ritmo, sostenuto
fino all’ultima pagina.
In coda ad ogni capitolo, una serie di testimonianze di partecipanti, praticanti ed operatori del
metodo EOS contribuiscono ad amplificare questa sensazione di familiarità ed accoglienza, senza
risultare invadenti ne interrompere l’armonia complessiva, ma anzi arricchendola di sensazioni e
visioni corali che regalano fessure prospettiche da angolazioni nuove, sicuramente gradite.
Per chi desideri infine ricevere ulteriori conferme in ambito scientifico riguardo i temi affrontati
incontrerà dopo l’ultimo capitolo un’appendice esaustiva e competente,  che oltre ad essere in grado di offrire una spiegazione utile e sintetica dei concetti tecnici incontrati, ne approfondisce ed integra altri che per loro natura richiedono anche un punto di vista aggiornato alle ultime scoperte nel campo della fisica quantistica.
Anche in questo caso la cura verso una comunicazione efficace e comprensibile ai più non scade mai
nell’eccesso di semplificazione, permettendo un’adeguata informazione ed un piacevole stimolo
ad esplorare privatamente gli argomenti trattati, grazie anche a puntuali suggerimenti bibliografici.
A seguire una seconda appendice sull’acqua informata che introduce ad un nuovo aspetto delle tematiche che ben presto apre ad un’intera disciplina complementare, gestendo con altrettanta competenza opportune evidenze storiche e nutrita bibliografia.
Una terza ed ultima appendice è dedicata ai risultati statistici ed empirici della sperimentazione
effettuata, mostrando una quantità  più che adeguata di dati a disposizione, esposti con
obiettività e naturalezza, in modo da lasciar comporre autonomamente proprie riflessioni e
conclusioni.

Edizione

l’Età dell’Acquario

Un libro per raggiungere il risveglio della coscienza, l’evoluzione personale e la guarigione spirituale

L’autrice

Darshana Patrizia Tedesco

yogini occidentale, art/emotional life coach, scrittrice, poetessa, regista, ricercatrice spirituale, Advaitin, Risvegliata nella Coscienza dell’Uno. Nel corso degli ultimi trentacinque anni, accanto all’attività professionale ha condotto una profonda ricerca personale e iniziatica. Con la sua natura di anima mistica e profetica, trasmette nel mondo la vibrazione del Risveglio con la tecnologia quantico-spirituale di EOS per il cammino dell’uomo nel processo di trasformazione della Nuova Era. È al servizio della Grande Opera: realizzare la Seconda Venuta come Comunità Vivente in ognuno.

RECENSIONI AL LIBRO EOS dai lettori

Da Il Giardino dei Libri

LIBRO ILLUMINANTE! Fondamentali linee guida verso il risveglio!!  La condivisione di questa Conoscenza è una benedizione! Grazie per la pubblicazione! (Flora)

Sono un operatore Eos da 5 anni e posso confermare che gli insegnamenti presenti in questo libro sono davvero di aiuto nel nostro percorso di crescita personale. (Filippo)

Da Macrolibrarsi

È proprio questa la sensazione che dona questo libro, : un uomo che velocissimamente sembra muoversi in un astronave attraversando galassie ed abbattendo il tempo, e tornando in velocità nella camera segreta del cuore. Un libro di uno spessore unico. Fa comprendere ogni nostro vissuto,in nome di quelll’ Evoluzione che tutti noi umani siamo oggi coinvolti, come in un vortice, che a volte presi per capelli … non sappiamo spiegarci i perché. Ebbene, questo libro è tutta una risposta. Mi ha molto aiutato a comprendere il perché del nuovo Uomo che diventerà abitante della Nuova Era.Un ventaglio di tecniche e codici che davvero ti apre davanti una verità sconosciuta fin ora. Il nostro tempo odierno che abbiamo abbandonato la forma lineare,assumendo quella circolare,come i serpenti che cambiano pelle. Questo libro davvero molto interessante, mi sembra che come ogni mattino appena sveglia è pronto a donarmi una nuova conoscenza. Sono entusiasta. Lo consiglio . complimenti e grazie all’ autore. (Leana)

Un libro da leggere e…rileggere. Ogni volta che leggi dopo del tempo una parte o un insegnamento importante per la propria crescita personale ti si aprono nuove prospettive, nuovi mondi che magari alla prima lettura non avevi percepito andando sempre più in profondità verso il nostro Se Superiore. (Filippo)

Un libro a più strati che ha aperto il mio cuore e la mia mente verso nuove dimensioni della mia anima. Ho apprezzato non solo la parte teorica che descrive questo metodo, per certi aspetti rivoluzionario, con una abbondanza di contenuti sulla teoria olografica, il Sè e la realtà illusoria, ma anche la parte ” metafisica” che l’autrice arricchisce con testi rivelatori e illuminanti sulla consapevolezza e il risveglio della coscienza. Un libro che ho letto facendomi sorprendere dai suoi profondi messaggi. (Patrizia)

Da Amazone

Un libro che apre il cuore e e la mente a ciascuno a modo proprio.Consulto a caso ed ecco che mi appare la frase ”
Ricevere è in rapporto a come sei preparato a ricevere”.
Che verità per me! Un libro, parole, che posso continuare a leggere, a consultare e che ogni volta danno un nuovo spunto di riflessione. (Valentina)

……………………………………………………

Frammenti dal libro EOS Energia Olografica Sistemica

“…La mente non può parlare alla mente: può usare un linguaggio che è riconosciuto (archetipi, simboli,

comandi), ma la mente non guarisce sé stessa perché si autogenera e costruisce sempre le stesse risposte a quello

che gli stai dicendo o chiedendo, riproducendo schemi. Superare lo stato mentale significa entrare in uno stato di

non mente, nel non-duale, radicati nella materia ma nella centralità dell’Essere: l’osservatore a trecentosessanta gradi. Frantumando il corpo mentale in qualche modo possiamo progredire nella legge dell’amore: il Cristo arrivò dopo il lavoro del Buddha, l’avamposto, per aprire i cuori alla Legge dell’Amore che prepara al superamento del duale. EOS agisce anche sul corpo causale che contiene tutte le cause karmiche della presente incarnazione: è il livello mentale superiore associato al piano spirituale e al principio di consapevolezza del chakra della corona. In esso sono contenuti frattalicamente tutti gli schemi di vita, gli aspetti più elevati del Sé superiore e l’Unità con tutto ciò che è. La base per la realizzazione che si attua dall’ottavo chakra in poi e fare l’esperienza di essere uno con il Creatore e così sperimentare la coscienza di quinta dimensione. Oltre questo livello si trova il piano cosmico, che il linguaggio umano, con il suo ego, non riesce a descrivere. Dal piano buddhico e salendo fino alla monade, provengono le intuizioni superiori dalle sfere più elevate del divino Sé, come amore-saggezza, comunione, unità che riguardano tutti i Regni e lo spazio interplanetario. È un piano di realtà manifesta e immanifesta, che regola il mondo della coscienza di gruppo, tra umani, tra Regni terrestri e intergalattici. Profonda energia d’Amore e di consapevolezza cosmica che emana dai Maestri di saggezza e dagli Illuminati…” (Darshana)

………………………….

“Ogni processo dell’anima passa attraverso la consapevolezza corporea. La Grazia ci sostiene Sempre quando si è disposti a farci carico delle responsabilità delle scelte dell’anima. È il primo passo verso l’affrancamento dalla dipendenza dell’automatismo del karma. Non accetto rese fideistiche al possibile, ma solo consapevoli azioni verso il cambiamento.” (Darshana)

Guida alla lettura

L’organizzazione dei contenuti di questo libro è stata concepita per una fruizione a più livelli: dalla lettura in sequenza, alla selezione dei temi raccolti per capitolo, alla scelta tra le citazioni di pensieri di Darshana, inserite all’inizio di ogni singolo capitolo e paragrafi.

La parte iniziale permette al lettore di immergersi nel racconto dell’esperienza spirituale di Darshana, dal suo percorso di ricerca personale, all’incontro con le Maestrie di Luce, degli Elohim di Luce e del Melkisedek-Il Sempre Veniente, al riconoscimento dello stato di Risveglio, seguita da alcuni tra i più importanti messaggi da lei ricevuti dai Reami superiori, trasmessi negli ultimi anni, messaggi che faranno da scansione ritmica dei vari capitoli.

Ognuno dei capitoli del libro si apre con un insegnamento, scelto tra quelli trasmessi da Darshana e in parte raccolti nel libro “Toccati dalla Luce” a introduzione della tematica sviluppata nei paragrafi successivi. Anche ogni singolo paragrafo e vari passaggi di testo sono corredati da una breve citazione scelta tra gli innumerevoli insegnamenti diffusi da Darshana nel corso della sua attività divulgativa degli ultimi dieci anni.

Parte dei contenuti dei capitoli, articolati secondo paragrafi che approfondiscono le tematiche trattate, sono stati scelti tra conferenze pubbliche, sat sang e seminari di iniziazione condotti da Darshana a partire dal 2011, oltre che da alcune lezioni rivolte agli allievi dei corsi di formazione per Operatore Metodo Eos, tenute presso l’ Accademia del Risveglio- Omnia. Come compendio ad alcune teorie espresse sono stati anche inseriti vari disegni, realizzati da Darshana, come tavole esplicative ai concetti espressi durante le lezioni.

Ogni singolo capitolo si chiude con una scelta di testimonianze, tra le migliaia raccolte tra i partecipanti a conferenze e seminari, praticanti e operatori e tra le persone che in questi anni di diffusione del Metodo Eos hanno ricevuto uno o più trattamenti, per meglio comprendere l’ampiezza delle esperienze riportate, a volte con similitudini di sensazioni e visioni che denotano la ripetitività “ scientifica” degli effetti dell’energia di Eos, ampiamente riconducibili a profondi processi di consapevolezza, espansione della coscienza e stati di risveglio. 

La maggior parte delle testimonianze utilizzate sono tratte da “Toccati dalla Luce”, a fronte di qualche inedito più recente.

Le Appendici propongono al lettore un’analisi sul possibile legame tra gli insegnamenti e le teorie trasmessi da Darshana e le ultime scoperte delle fisica quantistica, affiancato ad un approfondimento  relativo alle caratteristiche energetiche dell’acqua informata e il suo utilizzo come veicolo per le informazioni e la vibrazione di Eos, nonchè dall’esito di alcuni test energetici sugli effetti di Eos, condotti in laboratorio con strumentazioni adeguate, e una sezione dedicata ai principali benefici derivanti dalla pratica di Eos, corredati delle relative testimonianze. Infine una Postfazione sui livelli di apprendimento nei seminari di diffusione del Metodo Eos.

Nota: Omnia-Accademia del Risveglio,Toccati dalla Luce, raccolta, Ed.Tipografia Senese, 2016

 

“Illuminato é colui che ha provato personalmente cosa significhi andare“aldilà” della mente​, e ritorna per mostrare l’esperienza come dono e condivisione.”​ (Darshana)

Introduzione

Questo libro nasce per guidare un numero sempre crescente di persone verso insegnamenti rivelatori per il Risveglio dell’Umanità, trasmessi da Darshana come Eos-Elohim Project e Accademia del Risveglio Omnia, svelando preziosi insegnamenti  che riguardano il sé e la realtà e come divenire co-creatori consapevoli.

Gli insegnamenti ci giungono come Verbo ed Energia dalla Fonte, definita come Omnia, attraverso Darshana e il suo Campo di Coscienza, che  li veicola e li diffonde nel mondo, come Femminino Sacro portatrice del Sacro Suono e come tramite degli Elohim di Luce, qualità frattaliche della Fonte stessa, del Melkisedek, il Sempre Veniente e dei Maestri Guaritori Cosmici. Con un linguaggio “illuminato”, profondo ed efficace, l’autrice presenta la rivoluzionaria tecnologia quantico – spirituale di Eos-Energia Olografica Sistemica, un nuovo metodo che è anche un via di guarigione, risveglio e consapevolezza, secondo  le moderne acquisizioni della fisica quantistica e del paradigma olografico.

EOS™, acronimo di Energia Olografica Sistemica, è il dono della Fonte, è l’Energia del Terzo Millennio, il Codice di Luce della Nuova Genesi per la Guarigione Olografica Bio-Cosmica. Una fonte pranica*  di Luce-Frequenza-Vibrazione-Informazione che giunge per il Risveglio della Coscienza, la riprogrammazione cellulare e l’attivazione del Dna animico multidimensionale, la dissoluzione del karma, l’innalzamento a stati evolutivi superiori attraverso le onde cerebrali e il risveglio alle sette menti, ad un livello di coscienza suvramentale con la creazione della Nuova Specie Arcobaleno Umano-Divina. Una nuova concezione di umanità che integra ogni aspetto della sua evoluzione cosmica rinascendo ad una particolare fase evolutiva, una nuova speciazione, un salto quantico verso livelli superiori di coscienza. Eos è una nuova forma di energia bio-cosmica ma è anche una filosofia, un sincretismo di teorie originali e insegnamenti che abbracciano tutta l’evoluzione umana.

Parlare di  Darshana e il Suo Campo di Coscienza è una vera sfida per contenere la poliedricità della sua vita, una Risvegliata che, una volta presa coscienza del proprio mandato, si è arresa a tutte le sue sfaccettature, ponendosi al servizio dell’Opera Divina, in compenetrazione* con la Coscienza Cristica IIluminata, quale messaggera della Legge Universale dell’Amore per il cammino dell’uomo nel processo di trasformazione e di Risveglio che lo accompagnerà nella Nuova Era, l’Età dell’Oro profetizzata dai Maya, dagli Hopi e da numerose altre culture dell’antichità.

All’apice della sua parabola professionale e di vita, dedita all’arte teatrale, alla scrittura e al mondo delle energie sottili, attua una profonda trasmutazione spirituale che trasforma la sua vita, rivelandole il suo mandato di messaggera delle dimensioni spirituali. Dal 2004 al 2011 Darshana riceve i primi “cablaggi” al suo corpo fisico per la canalizzazione della incommensurabile energia pranica, che sarà poi denominata EOS, in compenetrazione con il Melkisedek Sempre Veniente, gli Elohim i Luce e i Maestri Guaritori Cosmici.

In questi anni di cambiamento dimensionale e di assestamenti planetari, si andranno consolidando le basi sia energetiche che di scienza spirituale di quello che oggi è riconosciuto come  Metodo EOS , un insieme di insegnamenti teorico-pratici, diffusi da Darshana,  per l’espansione dell’energia del Terzo Millennio, che integra e supera ogni altra energia pranica precedente, e che fa riferimento alle acquisizioni della Fisica quantistica e al nuovo paradigma olografico.

Darshana raggiunge in questi anni il completamento della sua iniziazione spirituale, consolidando il Risveglio al suo più alto Sé di Coscienza Cristica Illuminata, avvenuto già in età giovanile, ma riconosciuto come tale solo dopo l’incontro con la tradizione sciamanica andina in Perù e con la via del fulmine di Babaj l’Immortale attraverso il Sat Guru Yogiraj Gurunath Siddhanat.

Per meglio integrare l’enorme bagaglio di esperienze sul piano sottile, avute fin dall’infanzia, e che sempre di più acuiscono la sua percezione extra-ordinaria, Darshana, su consiglio delle Maestrie di Luce, che ritengono giunto il tempo, tiene il primo seminario di iniziazione all’energia Eos, dato ai suoi allievi più vicini, nel maggio  2012, aprendo così la sua diffusione nel mondo.

Nell’agosto 2012  parte per l’India, dove incontra l’Avatar del diksha, che benedice il suo Cammino, confermando il suo processo di Realizzazione. Viaggia per conoscere vari altri ashram e infine sosta con una lunga permanenza ad Auroville, la città d’oro di Sri Aurobindo e Mère, dove ha la benedizione di meditare nella stanza dove Aurobindo aveva trascorso gli ultimi vent’anni del suo viatico di profeta e mistico di questo tempo e altresì di meditare dinanzi al suo samadhi. Qui, nel corso delle quotidiane meditazioni nel cristallino  tempio dell’umanità di Matrimandir, riceve i codici della piena Realizzazione del Sé, a conferma della sua vita dedita alla Grande Opera.

In linea con gli insegnamenti diffusi in tutte le epoche, dalle comunità mistico-spirituali ed iniziatiche della Terra, anche quanto ci giunge attraverso Darshana, si è manifestato in forma orale, nei sat sang, di fronte ad un pubblico di poche persone o moltitudini.  Infatti, nel momento in cui qualcuno si pone in suo “ascolto” il Campo di Coscienza si attiva e le informazioni arrivano come Verbo, con contenuti a più livelli di comprensione, che determinano apertura di cuore e profondo coinvolgimento.

La stessa lettura di questo libro potrebbe generare nel lettore esperienze di particolari connessioni al Campo di informazione-vibrazione veicolato da Darshana e stati di profonda espansione.

Per scelta editoriale e di migliore fruibilità del loro contenuto come frequenza-vibrazione, gli insegnamenti e le teorie di scienza spirituale raccolti in questo libro, tratti dalle trascrizioni di conferenze, sat sang, video e lezioni tenute nell’Accademia del Risveglio Omnia, fondata da Darshana, sono stati riportati nell’essenzialità della loro trasmissione orale. Il corpus fondamentale del testo è quindi costituito dai brani più significativi – rivisti esclusivamente dal punto di vista formale della sintassi – ordinati per tematiche, comprensibili su più piani narrativi, secondo una trama altrimenti impossibile da imbrigliare in un discorso lineare, senza perderne il significato profondo.

Dopo avere sentito parlare a lungo dell’era acquariana o Nuova Era  i messaggi contenuti nel libro, visioni all’avanguardia per l’uomo multidimensionale del XXI secolo, illuminano la via per un cambiamento radicale della percezione della realtà per come essa è. Le teorie espresse nel libro rivelano preziosi insegnamenti che riguardano il sé e la realtà e i riferimenti al nuovo paradigma olografico anticipano l’avvento di una Nuova Specie Umano-Divina, di cui i bambini di oggi, uomini e donne di domani, costituiscono gli anticipatori.

EOS Elohim Project è il programma di diffusione degli insegnamenti e del Metodo Eos, la potente tecnologia quantico-spirituale, frequenza informata, campo di coscienza, che opera su più piani nella memoria olografica intesa come bagaglio di programmi inconsci e cristallizzazione karmica, dal corpo fisico a tutti i corpi sottili.

Eos è un vero e proprio metodo di guarigione spirituale, data la scientificità e ripetitività dei suoi risultati, evidenziati dai test energetici eseguiti, capace di portare istantaneamente il ricevente nelle frequenze più elevate di benessere psicofisico, pace interiore, stati di risveglio e realizzazione personale, compreso un evidente effetto di ringiovanimento e di dimensione della gioia. La vibrazione dell’energia di Eos, che concorre al processo di risveglio planetario in atto, porterà alla speciazione di un nuovo custode del pianeta, un essere Umano-Divino caratterizzato da un livello di coscienza superiore e da nuove capacità extra-ordinarie.

Gli insegnamenti contenuti nel libro, relativi alla “Seconda Venuta”, indicano, infatti, il ritorno della Coscienza Cristica Illuminata come realizzazione del Corpo di Luce, uno stato di coscienza suvramentale non duale, al di là della mente, del tempo e dello spazio, condivisibile dall’intera umanità. Il salto coscienziale attivato da Eos eleva, nel qui e ora, a tre ottave superiori rispetto all’attuale terza dimensione dell’Essere, conducendo verso la quinta, sesta o settima base evolutiva, intese come Logos della coscienza evoluta, profetizzate da tutte le Maestrie dal tempo dei tempi.

Grazie all’energia di  Eos, il passaggio di vibrazione dimensionale diverrà allora possibile con il risveglio della ghiandola pineale e dell’ottavo chackra e superiori, e di quelle che nel libro vengono definite le Sette Menti – i diversi stati di coscienza a cui ognuno potrà accedere – acquisendo la metodologia di EOS nei seminari di attivazione – iniziazione e insegnamento della pratica, per divenire Donatori di Luce. Come provano le numerosissime testimonianze raccolte in soli sei anni di divulgazione del metodo, con EOS l’esperienza cosciente di frequenze tanto elevate porta immediatamente in uno stato di espansione della coscienza, manifestando guarigione energetica, stati di risveglio e cambiamenti radicali nel proprio stile di vita: dalla scoperta di talenti nascosti, alla soluzione di problematiche nella vita quotidiana come co-creatori nella manifestazione di una nuova realtà, specchio della Coscienza dell’Uno. Ogni capitolo di questo libro è stato corredato da alcune tra le testimonianze più emblematiche sugli incontri con Darshana e sugli effetti dell’energia di EOS sulle persone.

Come afferma Darshana, la guarigione è sempre, prima di tutto, spirituale. La dissoluzione delle cristallizzazioni e memorie karmatiche porta con sé concreti benefici, uno stato duraturo di pace e di equilibrio interiori, chiarezza di visione, capacità di scegliere e di compiere la “giusta azione”. Vengono così realizzate le Leggi Universali cosmiche, nella visione di una Comunità Vivente nella Pace, Luce, Manifestazione e Armonia, nella Gioia della Coscienza d’Unità. Ricordando e ritrovando i propri Sé più elevati, la scintilla cosmica, il Divino Creativo in azione che siamo da sempre.

Elevandoci dal microcosmo del Sé al macrocosmo della Grande Famiglia Umana e Galattica.

Note

Il prana è il concetto yogico di energia, forza vitale, energia universale. Deriva dalla radice praan (“respirare”, “inalare”) è il soffio vitale che pervade il corpo e lo anima, è anche l’energia che circola nel corpo attraverso le nadi, i canali del corpo sottile. Nei Veda rappresenta il mondo che è stato creato da una espirazione, l’energia che riempie tutto l’universo, presente in tutte le cose, animate e inanimate.

*Compenetrazione intesa come “Fenomeno fisico per cui due corpi – in questo caso energetici – tenuti a contatto e sottoposti a pressione elevata ( coesione di alte vibrazioni) si saldano a causa della fusione delle particelle di uno in quelle dell’altro”.

 

Alcune testimonianze di esperienze vissute con Darshana

È più forte l’insegnamento di come vivi nel mondo, quasi più di quello che puoi tradurre a parole, tu stessa diventi l’Insegnamento e mi accompagni a fare altrettanto.

Io considero te l’insegnamento, e non solo quei momenti in cui ci sediamo ad ascoltarti, persino pensare a te mi insegna delle cose, è la qualità che porti nel mondo a lavorare quotidianamente nel mio campo, e nel campo di tutti quelli che scelgono di avvicinarsi a te. Mia cara Signora dei Fili d’Erba quando mi siedo a meditare con te, io mi affido alla Luce che ti trasfigura quale che sia il suo nome, la sento e la vedo, questo è sufficiente perché sia vera nel mio cuore.  Niccolò A.

La luce che emanava intorno al corpo di Darshana andava prendendo una forma più definita sopra la sua testa: era un cappello luminoso simile a una tiara, ma ancor più simile ai copricapi dei sacerdoti egizi, e terminava con un sottile canale. Mi è stato subito evidente che lei era in un particolare e costante collegamento con le Energie Divine e le sue parole ispirate me l’hanno confermato. Darshana è quello che insegna. Definirla Maestra è un titolo di giusto rispetto, che rispecchia il suo grado evolutivo di Realizzata, nella Luce. Livia B.

Ed ecco che Darshana fa il suo ingresso e l’energia cambia, si trasforma. È come se prendesse forma concreta. Una donna particolare, che con la sua naturalezza e semplicità, con la sua umiltà e fermezza mi coinvolge anche senza dire niente; bastano i suoi sguardi a penetrarmi, anche se lei non mi guarda direttamente, ma io la sento: sì, sento la sua energia che si espande e mi contatta e mi fa vibrare, e riesco a vedere la sua aura bianca, candida e dolce. Sì, io riesco a vedere l’aura di ogni singolo essere presente in questo salone, e in generale anche quando parlo con le persone, concentrandomi riesco a vedere la loro aura. Giovanni S.

Integrità e coerenza sono la sua fede incrollabile. Sempre pronta nella relazione d’aiuto, non consiglia mai agli altri qualcosa che per prima non abbia messo in pratica nella sua esistenza, così ricca di arte e passione, piena di eventi, da sembrare impossibile che sia stata vissuta da una persona in una sola vita… mai una stonatura tra la sua vita sociale, personale e i suoi propositi e comportamenti. Gli anni vissuti accanto a lei, onorata dalla sua solare amicizia, sono per me forza e guida.  Sonia T.

Quando entra nella sala di fronte al suo uditorio, c’è attorno a lei una forte energia, un’aura di luce e dolcezza. In certi istanti sprigiona una forza e presenza misteriosa. Le sue parole arrivano dritte al cuore, a volte concise come frecce acuminate, altre profetiche, capaci di messaggi che scuotono e donano chiavi di lettura potenti e illuminanti. Parla con dolcezza e amore, semplicità e conoscenza, esprimendo spontaneità e profonda, coinvolgente gioia di vivere.  Laura T.

Darshana è uno specchio, riflette tutte le mie parti. È Presenza che illumina, Verbo che reca Verità. Scuote come una folata di vento improvvisa, spazza via le foglie secche, senza esitazione, lasciando che tutte le parti della mente non trovino appiglio alcuno. E quando, nudo, senti paura e non sai dove dirigerti, lei con l’Amore della Madre ti prende per mano, per condurti a vedere queste parti, infondendo coraggio, indicando la rotta, riportando a vedere le cose come realmente sono, senza mai giudizio. Un costante flusso si percepisce in sua presenza, difficile da spiegare: come sentire una stabilità che però nello stesso tempo è fluidità.  Nulla è prevedibile se non la certezza che ogni punto in cui si porrà sarà insegnamento. Il suo “stare” nella Grazia è Maestria. Ogni volta, dal primo momento che l’ho conosciuta, ho la sensazione forte che dopo qualsiasi lavoro fatto con Darshana, qualsiasi conferenza, si torni da qualche posto, come esser stati fuori dal tempo in sua presenza. Solo la frequenza della sua voce è un viaggio che porta al cuore, al di là della mente. Ogni parola è Seme che lavora dentro, ogni Sguardo della Madre è acqua che nutre. Guida, Maestra, Madre, Verbo incarnato.  Sonia S.

Quando Darshana compenetra le energie di luce degli Elohim, i suoi occhi diventano perle lucenti e vedo in lei Amore infinito. Il sorriso sul suo volto, richiamo della beatitudine che proviene da lontano, mi colma di fiducia nella vita e fa fluire il fiume di sentimenti che vorrei sempre presenti nel mio cuore: amore, gioia, gratitudine profonda, devozione alla Via. Affido a tali qualità la guida della mia vita. Sono grata al mio Divino per aver posto Darshana sul mio cammino, riconosco in lei il Maestro e, poiché è presente, accessibile e vicina, vedo in lei la prova che la realizzazione dell’umano divino è possibile, e grazie anche a lei io la vivrò in questa incarnazione. Paola E. R.

La sua intelligenza guizzante e “antica” è riconosciuta da tutti coloro che la ascoltano. Penetrante, con particolari poteri di analisi e di sintesi. Come se provenisse da un’antica saggezza. Attinge da conoscenze extra-sensoriali, non agisce mai contro gli altri, cercando sempre parole di giustizia e verità, con molto amore. Elisa C.

Non ti conosco, non in questo passaggio almeno, ma ho seguito una tua intervista su Youtube. Alla fine di questa lasciavi gli ascoltatori con uno sguardo in silenzio e ho visto il Pianeta Terra nel tuo occhio destro e l’Universo in quello sinistro. Ora sono qui e per tutta la mattina, ti ho vista contornata di un aurea verde pallido/azzurro/violetto che ti circondava e che seguiva i tuoi movimenti.  Maria Luigia M.

Risveglio all’Umano Divino:la Nuova Specie

Risveglio all’ Umano Divino: La Nuova Specie

di Darshana Patrizia Tedesco

Stiamo vivendo un’epoca straordinaria, un tempo unico nella storia di tutta l’Umanità. Dal tempo dei tempi fino ad oggi, un tempo speciale come questo non si era mai vissuto. È un tempo particolare perché ci stiamo evolvendo, la specie umana si sta evolvendo verso una specie superiore. Ci stiamo preparando ad essere una nuova specie. Una specie che si evolverà non tanto fisicamente, perché abbiamo già tutto quello che ci serve, quanto nella sua struttura neurobiologica, quindi a livello cerebrale. Si potenzieranno specializzazioni della nostra mente che sono contenute nelle dieci eliche del DNA non evoluto, quello che gli scienziati chiamano DNA spazzatura. Queste dieci eliche contengono informazioni di quando eravamo semidei, cioè quando eravamo creatori su questo pianeta. Dunque la nuova specie nell’arco di settanta, cento anni vivrà su questo pianeta con delle qualità straordinarie che abbiamo avuto nel tempo dei tempi, nell’antichità, nell’archetipo dell’Umanità ma che abbiamo perso per varie ragioni e che andremo a ritrovare.

Per vivere questa possibilità dobbiamo però raggiungere uno stadio particolare delle nostre qualità cerebrali che è lo stato di non mente. I grandi maestri di tutti i tempi dal Buddha, al Cristo, a Babaji l’Immortale sono venuti su questo pianeta in funzione di Avatar per l’Umanità risvegliata, per l’Umanità illuminata proprio per portarci verso questo stato di non mente.

Il Buddha parlava di vacuità che non è un vuoto, bensì uno spazio pieno di silenzio, di quiete, il grande oceano della compassione. È uno spazio di quiete, dove la mente non esiste. Allora cosa esiste? Esiste lo spazio di non mente, cioè uno spazio di testimonianza e di osservazione dove non hai più giudizio, non hai emozione che ti consuma, dove vivi il tempo della gioia, l’estasi. Vivi sprazzi di felicità e di unus mundi, di totalità con tutte le cose del creato: una pianta ti parla, una pietra ti parla. Tu e l’altro siete in una totale comunione. L’emozione dell’altro è la tua, ma non è uno specchio. Si dice ‘l’altro sei tu’, ma è ancora uno specchio? No. È quando tu e l’altro siete la stessa cosa e sei nello stato di non mente. In quanto a tutto ciò che vedi e osservi sei tu.

Il Buddha o il Cristo hanno portato insegnamenti scientifici che solo oggi con la fisica dei quanti possiamo riconoscere come tali. Quando il Cristo diceva “Io sono qui e in ogni dove” parlava di un essere multidimensionale. “Sono qui e in ogni dove” sono qui e in ogni dimensione. Ma è esattamente ciò che noi viviamo costantemente: siamo qui e in tutte le dimensioni possibili. Le nostre stesse personalità sono dimensioni dell’anima.

Risvegliandoci, arrivando in questo spazio di non-mente e di piena e totale consapevolezza, a cui l’Umanità arriverà nel corso dei prossimi anni, giungeremo a questa quiete interiore che ci farà essere Uno con Il Tutto e vivremo dentro uno spazio di gioia e realizzazione. Il Risveglio è anche il tempo della manifestazione. Da molti anni conosciamo alcune leggi dell’attrazione, ad esempio, o il pensiero positivo, realizzare qualcosa nella propria vita, essere co-creatori della propria vita. Ma in realtà noi non possiamo manifestare se non quello che già alberga in noi. Non possiamo manifestare quello che non è in noi. Dunque l’abbondanza o la realizzazione di ciò che noi vogliamo essere o vorremmo essere può accadere solo nel momento in cui avviene in noi un cambiamento, un’accettazione, una responsabilizzazione di ciò che abbondanza o realizzazione dovrebbero essere.

L’Umanità della Nuova Era, questa nuova specie, è una specie che giungerà alla manifestazione di un tempo di pace, quiete, silenzio, unus mundi, equanimità, equanimità intesa come bilancia, come perfetta sincronicità e perfetta equanimità di ogni cosa, un senso di giustizia universale.

Questa nuova specie incarnerà totalmente le leggi universali che invece fino ad oggi l’Umanità ha continuamente disatteso. Una grande Legge Universale è quella della Natura. Il pianeta Terra, e qui potremmo porci una domanda: perché siamo terrestri? Ecco, poniti questa domanda: perché sono umano terrestre? Più avanti cercheremo di dare una risposta.

Il tema della Natura è il tema che riguarda la Legge Universale, la Natura del pianeta Terra ma anche la Natura di altri pianeti, la Natura di tutti i pianeti di questa galassia e di tutte le galassie, la Natura intesa come Cosmo dei Cosmi. È una legge universale: l’essere umano è il custode della Natura terrestre. E invece ha disatteso questa legge universale perché è diventato il carnefice di questa Natura.

L’Uomo della Nuova Era, l’uomo della Nuova Specie che io chiamo Nuova Specie Arcobaleno sarà un Uomo che ritornerà alla Natura – non nel senso che tornerà a zappare i campi – nel senso che si prenderà cura di sorella Natura. Si prenderà cura degli animali che sono specie succedanee ma non certo inferiori. Si prenderà cura di ogni cosa poiché è un essere che è tutte le cose. A quel punto, ogni manifestazione naturale sarà manifestazione dell’Essere.

Vorrei portare l’attenzione ad esempio su certi cataclismi che stanno colpendo il pianeta Terra. Da sempre abbiamo avuto manifestazioni forti della Natura, ma negli ultimi anni a livello esponenziale, come un filo rosso che può essere tracciato da una parte all’altra del pianeta Terra, c’è stata una serie di sconvolgimenti – terremoti,  tzunami, uragani, la stessa temperatura ambientale, i fenomeni atmosferici che stanno cambiando notevolmente e non esistono più le stagioni – tutto questo è paritario ad una sorta di gap interiore che sta avvenendo nell’essere umano. Una sorta di spaccatura molto forte tra l’essenza dell’uomo, la sua vera natura e ciò che invece l’essere umano sta divenendo.

Siamo grandissimi scienziati, siamo grandissimi filosofi, grandissimi uomini di spettacolo, grandissimi sportivi. Abbiamo raggiunto vette altissime come umanità ma allo stesso tempo interiormente siamo completamente scissi da ciò che dovremmo essere: Uno con le cose. Questo stato interiore è ciò che influenza anche l’esteriore. La Natura in questo momento sta manifestando questa scissione interiore nell’essere umano. La Natura è in realtà è come una madre che vive esattamente le emozioni del figlio, se il figlio vive una scissione interiore anche la madre vive una scissione e si manifesta nella Natura nei fenomeni che vediamo e che conosciamo.

articolo tratto dal libro:  Darshana Patrizia Tedesco, ” Risveglio dell’Umanità nel Terzo Millennio” Ed. Omnia, Siena, 2018

 

 

 

 

By |2018-05-28T14:41:46+00:00Maggio 28th, 2018|Blog|0 Commenti

Nuova Era e nuovi millenarismi alla ricerca dell’illuminazione

Nuova era e nuovi millenarismi alla ricerca dell’illuminazione.

A cura di Alessandra Pedraglio

L’epoca in cui viviamo – almeno in Occidente – si distingue per l’eclettismo imperante: alla moda si sono sostituite le mode, allo stile (artistico come di vita) gli stili, ad un unico credo filosofico o religioso un relativismo assoluto e pervasivo.

In campo spirituale si può notare la medesima tendenza: alla ricerca della Verità si è sostituita una vera e propria brama di risposte individuali, cucite su misura per ogni momento e situazione. Anche sul piano del linguaggio all’unicità ed inequivocabilità del Verbo è subentrata una Babele di parole, di dotte argomentazioni, appaganti per la mente, fredde e sterili per il cuore.

L’accelerazione del processo evolutivo del pianeta come dei suoi ospiti – regni animale, vegetale e minerale – ha stimolato in un numero crescente di persone il desiderio dell’invisibile, di trovare risposta a domande fondanti quali Chi sono? Da dove vengo? Perché?

L’inquietudine interiore, sollecitata dal risveglio delle facoltà animiche più elevate, muove le persone in direzione di una generica ricerca di benessere, equilibrio e felicità.

La risposta di un sistema fondato sul consumo, oggi estremizzato nella velocità con cui qualsiasi cosa – sia essa informazione, accadimento, risultato o notorietà – viene divorata, digerita e rigettata, finendo repentinamente nell’oblio dell’obsolescenza, consiste nella proposta continua di novità eclatanti.

L’approccio alla spiritualità non si discosta da questo meccanismo: da un lato chi è alla ricerca, dall’altro un’offerta sempre più ampia e profonda, promossa e divulgata facendo leva su tecniche consolidate di pubblicità, marketing e packaging attraenti.

L’uso della comunicazione digitale e in rete amplifica ulteriormente l’effetto supermercato, spalmando ogni giorno migliaia di comunicazioni riguardanti seminari, corsi e pratiche, dagli effetti immediati, facili da ottenere acquistando prestazioni, strumenti o rimedi dai magici poteri.

Come se la clessidra fosse stata ribaltata e il tempo prendesse a scorrere a ritroso, alla memoria si affaccia il concetto della “vendita delle indulgenze”,tipica di un altro millenarismo di qualche migliaio d’anni fa. Verifico con una piccola ricerca e il parallelismo tra passato e presente si palesa: il mutamento dei mezzi utilizzati non intacca il contenuto, l’illusione propinata a volte è la medesima!

Nei primi decenni del Cinquecento la possibilità di acquistare, letteralmente, un posto in Paradiso, contribuendo economicamente alla realizzazione della cattedrale di San Pietro, in cambio di un’indulgenza commisurata al valore versato, scatenò la reazione della Riforma portata avanti da Martin Lutero.

Oggi emerge la promessa di una scorciatoia per raggiungere l’illuminazione, il risveglio o il nirvana, qualsiasi sia il termine scelto per definire uno stato elevato di consapevolezza, attraverso pacchetti premasticati, dall’effetto veloce, che non mettono in discussione più di tanto lo status quo. Come se nell’arco di mezzo millennio o forse più, l’umanità non si fosse accorta di girare in tondo, ritornando ancora e ancora ad un punto di stallo.

Servirebbe forse un po’ di silenzio, un vero e proprio digiuno purificatore dalla sovraesposizione mediatica, anche se a carattere olistico e spirituale, capace di ricreare il vuoto interiore, necessario all’emergere di qualcosa di nuovo. Oggi, come fu cinquecento anni fa con la Riforma, anticipatrice della modernità, la distruzione di strutture e credenze, apparentemente evolute, diviene necessaria per preparare il campo al nuovo che viene.

Meno è meglio, potrebbe essere il motto del nuovo corso: per scegliere quotidianamente a cosa attribuire tempo e attenzione, serve sviluppare la facoltà del discernimento, dell’ascolto della reazione del proprio cuore, che davanti alla Verità sobbalza come di fronte ad un grande amore.

Così, in chiusura, mi viene da riflettere sulla responsabilità assunta da chi oggi si pone o viene riconosciuto come guida, maestro, canale di informazioni provenienti da altri livelli di coscienza. La grande responsabilità di portare la Luce nel cuore delle tenebre, contribuendo a dissolvere la nebbia dell’illusione – in luogo di rischiare di accrescerne la densità – e di offrire agli altri quanto appreso attraverso l’esperienza diretta, invogliandoli a sperimentare personalmente, ad avanzare come in cordata, un passo dietro l’altro, forti della fede nella propria guida interiore.

By |2018-04-04T17:57:10+00:00Aprile 4th, 2018|Blog|0 Commenti

Gli animali sono anime sacre

By Darshana

“Gli animali sono anime sacre”, mi risuona questa frase giuntami in meditazione.

Ho due cagnette meticce: Trilly e Luna,amiche quotidiane e dispensatrici di tenerezza e amore. Sono anime sacre per me, nella loro intuitività e sensibilità, che si mostra con l’amore incondizionato.

Trilly è la più anziana, sedici anni, e nell’ultimo anno ha evidenziato una forte infiammazione ossea che la porta ormai a zoppicare con dolore e a fare molta fatica nel camminare. Ha un grande coraggio e ha trovato un suo sistema di movimento che le compensa l’andatura sofferente. La curiamo con amore che lei ricambia con una dolcezza struggente.

Krishna  e gli animali sacri

La cagnetta Trilly

Pochi giorni fa un mio vicino di casa, di 75 anni, acculturato e impegnato nel sociale, nel vederla così zoppicante e affaticata nel fare pochi passi, mi dice convinto:” Perché non la fate sopprimere?” Io lo guado sorpresa, non mi sarei mai aspettata da un uomo intelligente, una domanda così crudele. “ Io sono per l’eutanasia” continua giustificandosi. Gli rispondo secca:” Allora dovremo sopprimere anche te, che hai un’artrosi deformante al ginocchio e hai la tua bella età”. Il silenzio che ne seguì credo che gli sia stato d’insegnamento.

In questo articolo vorrei evidenziare il valore della vita e il rispetto che dobbiamo ad ogni essere vivente. Non intendo sollevare un dibattito sull’eutanasia o sull’accanimento terapeutico, che pure sarebbe interessante se lo estendessimo anche agli animali che ci sono vicini, come facenti parte della famiglia umana, ma al contrario evidenziare come molto spesso vengono trattati gli animali domestici al pari di  “ oggetti”, di cui liberarsi se diventano impegnativi o richiedono cure.

Io e la mia cagnetta Luna

La vita ha un valore in sé, in qualunque regno vivente sia vissuta. Mi viene anche da pensare a questa società usa e getta che ha paura della malattia ( nonostante l’abbia generata proprio con la sua aberrazione consumistica) ma anche ha paura della vecchiaia e della morte. Il mito dell’eterna bellezza impera nei media, una immortalità plastificata, di volti anonimi scolpitidalle mani sapienti (?) di chirurghi estetici assetati di denaro e di fama.

Quando al mattino faccio la toletta alla mia cagna Trilly, la vedo come un’anziana nonna, un po’ sorda, un po’ cieca, traballante, ma così simpatica, dolce, che ha ancora un ottimo olfatto per annusare con piacere cose buone da mangiare,  e se mi vede arrivare da lontano, ancora si protende verso una corsa, incerta e dolorante ma gioiosa nel vedere la padrona, dimenticando i suoi acciacchi, e per pochi attimi le sue orecchie svolazzano come leggere farfalle. Non voglio pensare a quando mi lascerà per sempre, desidero solo prendermi cura di lei  e sentire il suo abbaiare al vuoto.

L’altra mia cagnetta Luna, è un essere davvero speciale, è la mia ombra, mi protegge e medita con me…

Il discorso si farebbe molto lungo…nel mio giardino ho un punto dove abbiamo seppellito sotto un manto d’erba e piante varie,  i coniglietti, gli uccellini, la gatta Stellina…i fratelli animali che ci hanno fatto compagnia, una famiglia allargata che rimane impressa nell’album del cuore.

 

Gli animali sono anime sacre, spesso reincarnazioni di guide di luce, che ci vengono “ donati” dalla vita.

Il rispetto che dobbiamo agli animali è lo stesso che dovremmo per un parente, per una persona cara, poiché fanno parte a pieno titolo della nostra comunità umana terrestre e sono partecipi del cambiamento evolutivo in atto nel nostro pianeta .

By |2018-04-04T17:25:33+00:00Marzo 24th, 2018|Blog|0 Commenti

Risveglio e Nuova Specie Umana-Divina

L’umanità del Terzo Millennio, il Tempo del Risveglio e del Cambiamento,  è un’umanità in cammino verso la nuova consapevolezza. Si parla infatti di Nuova Umanità, Nuova Era, Nuovo Mondo

Risveglio e Nuova Specie Umana-Divina

Ma perché dobbiamo risvegliarci? E, soprattutto, cos’è il Risveglio? Dalla notte dei tempi, le Grandi Maestrie, i Maestri di tutti i tempi hanno lavorato affinché la consapevolezza dell’essere umano si evolvesse, che insieme alla crescita spirituale, intellettuale, filosofica, scientifica, l’uomo potesse accrescere il suo benessere spirituale, il suo stare bene con le cose, con la natura, con sé stesso. Dunque,

risveglio è armonia con il Sé, allineamento,

consapevolezza di ciò che la realtà è per così come essa è.

Questo era l’insegnamento del Buddha: la realtà è amore, poiché l’Universo è amore. L’energia elettro-debole, nella fisica quantistica, è l’energia che tiene insieme le cose, gli astri, il firmamento e i pianeti nell’Universo. Quella stessa energia è Amore: questo è l’insegnamento di Gesù, il Cristo. Dunque, dalla notte dei tempi ad oggi, dalla caverna di Platone ad oggi, un unico scopo è perseguito dall’umanità: evolvere.

Dove è diretta questa umanità? Verso nuove dimensioni del suo sapere, verso la quarta, la quinta, la sesta, la settima, l’ottava dimensione. Si dice che qui in questo piano dimensionale viviamo la terza dimensione, che poi è un tempo virtuale. Dunque, se ci risvegliamo e vediamo la realtà per come essa è, non solo entriamo nella consapevolezza dell’amore che genera ogni cosa, dall’abbondanza, alla manifestazione, alla realizzazione di sé, ma ci rendiamo anche conto, e consapevoli, che

 le dimensioni non sono nient’altro che un eterno presente. Qui e ora.

C’è una Legge che stabilisce il legame dell’uomo con il cosmo: è una Legge Universale che è il Tutto che contiene la Parte e allo stesso tempo è la Parte che contiene il Tutto. 

L’essere umano è una parte del Tutto. 

Una connessione molto stretta tra ciò che noi siamo e ciò da cui noi proveniamo. Ciò che noi siamo contiene la Legge di ciò da cui proveniamo: il principio di auto-guarigione, il principio della Luce Originaria, il principio dell’Essenza di tutte le cose.

La scienza ci dice che due eliche del nostro DNA sono attive e stabiliscono ogni cosa nel nostro sistema fisico ed emozionale, ma sappiamo anche che esistono dieci eliche del DNA “non attive” che vengono considerate spazzatura.  In un ordine così perfetto che è il Creato e in un ordine così perfetto che è il genere umano terrestre, dieci eliche del suo DNA sono spazzatura ? Solo perché non sappiamo a che cosa sono deputate? In ciascuna di quelle eliche vi è invece celata la saggezza degli antichi insegnamenti iniziatici, in esse sono contenute i geni e i poteri dell’umano-divino che si sta rivelando in quella che è la nuova umanità per la quale abbiamo coniato il termine Nuova Specie Umano-Divina.

In EOS e negli insegnamenti energetici che diffondo parliamo di una specie che contiene caratteristiche cristalline,  una specie “colorata” che noi chiamiamo Arcobaleno perché conterrà tutto il ventaglio delle strutture cromatiche che l’uomo può esprimere attraverso i mondi e le dimensioni dei suoi chakra , come un prisma che riflette la Fonte-Luce per innalzarli oltre il sesto chakra verso il chakra superiore, verso i chakra interdimensionali che ci collegheranno con ciò che noi chiamiamo la Mente Suvramentale, spazi coscienziali in cui il senso di unità, il dio-vivente nel cuore, il Christos Cosmico, Il Melkisedek manifesto,  la comunità che si fa substantia, la comunità che diventa uno, saprà condividere, compartire in equanimità,   consapevole e partecipe, umanità dunque che guarisce, che esce dal conflitto che la dualità  Karma –Sofferenza genera come automatismo. Il Tempo è Ora!

©Articolo di Darshana P. Tedesco pubblicato sul portale Anima Eventi  il 12 ottobre 2016

Le tesi contenute in questo articolo fanno parte di un più ampio lavoro di ideazione, ricerca, diffusione e pratica che Darshana svolge da svariati anni in Italia e all’estero, i cui contenuti sono espressi in molti suoi articoli, pubblicazioni e video, alcuni dei quali messi in onda anche sui nostri canali TV. I suoi testi sono coperti da copyright.

 

Scopri anche

EOS Galaxy Radio

error: Il contenuto è protetto!!